×

Sanremo 2022, Achille Lauro: “Al Festival porto qualcosa di nuovo e sorprendente”

Per il quarto anno consecutivo torna sul palco dell’Ariston un artista camaleontico e travolgente: Achille Lauro presenta in esclusiva “Domenica”.

Sanremo 2022 Achille Lauro
Sanremo 2022 Achille Lauro

Eclettico, mai scontato, non sa neanche cosa sia la banalità. Lui è genio e sregolatezza. È estro e provocazione. Senza paura e senza freni, è trasgressione e coraggio. È icona della sregolatezza e dell’anticonformismo. Giovane e talvolta inadeguato, fuori dal mondo, lui fa dell’autenticità il suo cavallo di battaglia.

Se ne frega dei giudizi e si scrolla di dosso moralismo e perbenismo. Si allontana da ogni forma di omologazione. Con la sua musica si fa portavoce di una generazione perduta e annichilita. Con le sue performance ha sconvolto l’Italia e sul palco dell’Ariston è pronto a farlo di nuovo. Ha osato, rischiato, ignorato ogni regola. Ha stravolto ogni schema, dando libero sfogo a una teatralità innata. Ha pietrificato le vecchie generazioni, incantato le nuove.

Il suo animo rivoluzionario è una miscela travolgente di espressività e colore. Con trucco e look stratosferici veste le sue parole, portando oltre i confini dell’abitudinario le sue esibizioni. Poliedricità e artisticità si fondono con successo in un musicista che sul palco mostra tutto di sé, senza vergogna. Per lui la musica non è solo musica: è uno stato d’animo, un ideale, uno stile di vita. Lui è libertà estrema. Le sue performance – così intense e originali – sono tragedia e commedia, sogno e realtà.

La sua musica è punk, pop, rock ‘n roll e molto altro, in un connubio perfetto di passato e presente (senza dimenticare l’occhio vigile sul domani). Per Achille Lauro si apre il sipario, ancora una volta. E ancora una volta torna al Festival di Sanremo per raccontarsi e sorprendere.

Sanremo 2022, il ritorno di Achille Lauro

Dopo 26 dischi di platino, 12 dischi d’oro, il successo di “Rolls Royce”, “Me ne frego”, e dei cinque straordinari quadri portati in scena nel corso dell’ultima edizione in veste di superospite, Achille Lauro è pronto a stabilire un nuovo record, tornando sul palco dell’Ariston per il quarto anno di fila.

Gregorio Calculli dirige l’orchestra. Al suo fianco per la settantaduesima edizione del Festival ci sarà l’Harlem Gospel Choir, uno dei cori gospel più famosi al mondo. “Il brano si presta moltissimo perché ha un mood corale, di festa. Quindi non c’era niente di meglio di un coro”, ha commentato l’artista.

“Domenica” è la canzone in gara a Sanremo 2022, dal sound popolare “alla Rino Gaetano”: la presenta Achille Lauro in esclusiva, nel corso della conferenza stampa alla vigilia del Festival. Due volte concorrente, poi super ospite e ora di nuovo in gara: quattro anni di successi lo hanno fatto diventare un habitué dell’Ariston e lui sembra averci preso gusto. Artista camaleontico e senza peli sulla lingua, Lauro ha replicato ai commenti poco confortanti già pronunciati in merito alla sua canzone. “Ho letto tante cose sul pezzo. Ricordo a tutti che di “Me ne frego” avevano detto che faceva cag**e negli ascolti, ed è stata invece una delle cose più dirompenti degli ultimi dieci anni della musica italiana, nel bene e nel male”, ha sottolineato.

Da “Rolls Royce” a “Domenica”: a Sanremo Lauro porta la sua evoluzione. “Ho esordito all’Ariston con “Rolls Roys”, un pezzo ultra punk, rivoluzionario per il panorama attuale italiano. La canzone di quest’anno, invece, mantiene un sound estremamente popolare. La domenica è il giorno in cui riposiamo, in cui facciamo ciò che ci piace, in cui si è liberi e ci si diverte. Probabilmente qualcuno ha notato la contrapposizione tra il sound e il testo, ma la mia musica va oltre la canzone. Per me la musica oggi si guarda, si ascolta e si percepisce, è un mondo che spazia ovunque. Voglio fare sempre qualcosa di diverso e qualcosa in più. Ripetersi potrebbe voler dire ristagnare nella propria zona comfort e non è quello che voglio fare”.

Poi ha ribadito: A Sanremo voglio portare sempre qualcosa in più. Vengo da 5 mesi di isolamento su un’isola, dove mi sono rifugiato dopo l’uscita dell’album “Lauro”. Ora ho più brani che tempo. Non sono mai soddisfatto del presente, cerco sempre il futuro. C’è tanta carne al fuoco: sono un artigiano della musica”.

Nella serata cover, venerdì 4 febbraio, Achille Lauro canta “Sei bellissima”. Al suo fianco Loredana Bertè, autrice e interprete del brano originale. “Come me, Loredana ha sempre messo al centro della musica le emozioni. Il brano offre strofe struggenti, quasi teatrali, che raccontano un amore sofferto e una dipendenza amorosa. La trovo una canzone incredibilmente profonda, con un concetto attuale. Una canzone popolare, il cui ritornello è conosciuto da tutti, giovani e non”. Ogni sera è pronto a stravolgere il concetto di eleganza, sfoggiando capi di assoluta raffinatezza e alta classe: Gucci si conferma il suo brand per eccellenza.

Per Achille Lauro il 2022 sarà un anno ricco di musica e di tanta altre attività, dal cinema al musical, fino alle nuove tecnologie, come gli NFT. Continua a cambiare pelle, ma mantiene un’identità molto forte. Il suo punto di forza è la capacità di sorprendere e a caratterizzarlo meglio è un’unicità marcata e dirompente.

”Superstar”, il nuovo album di Achille Lauro”

Da venerdì 11 febbraio sarà disponibile “Lauro – Achille Idol Superstar”, nuova edizione dell’album “Lauro”. 7 nuove bonus track concludono l’ultima opera, naturale prosecuzione evolutiva del percorso fatto con “1969”, dell’artista più iconico e discusso degli ultimi anni. Tra le nuove canzoni c’è “Domenica”, il brano che Achille Lauro porta in gara al settantaduesimo Festival di Sanremo.

Sanremo 2022 Achille Lauro

Ha trascorso gli ultimi 5 mesi su un’isola, solo con i suoi musicisti. Ha pensato alla musica e così sono nate nuove canzoni. Il processo creativo ha richiesto un lungo tempo di lavorazione: il viaggio probabilmente non è ancora giunto alla sua fase finale, ma dà un’identità chiara e precisa di quello che sarà il futuro dell’artista-innovatore del panorama musicale italiano. Tra collaborazioni con importanti autori e compositori e brani più intimi scritti in momenti di piena solitudine, “Lauro – Achille Idol Superstar” si presenta come un ibrido: crossover tra diversi generi, stile unico e inconfondibile. Le nuove tracks si proiettano verso la musica internazionale, staccandosi dalle logiche di mercato e offrendo un mood sempre autentico e originale.

Achille Lauro, inoltre, sarà il primo artista in Europa a tenere un evento-concerto nel mondo del metaverso e del gaming. Lauro conferma così la sua volontà di sperimentare realtà nuove con il progetto Roblox che gli permette di raccontare il suo nuovo album nelle sue mille sfaccettature, dando ampio spazio alla creatività, in un connubio tra fashion e musica. Gli utenti che parteciperanno potranno essere Lauro, vestirsi come Lauro, comunicare con Lauro e vivere la sua musica in maniera innovativa con le logiche del gaming. L’avventura nel metaverso permette di scoprire la vera essenza dell’artista e la natura intima delle relazioni in una realtà nuova in cui tutti possono essere tutto di noi e in cui ciò che resta sono le espressioni delle nostre anime.

Contents.media
Ultima ora