×

Contentware Summit: il festival dedicato al Touchpoint

Contentware Summit, festival sul content marketing si è svolto il 30 ottobre 2018. Ecco quali sono le opportunità della comunicazione.

contentware summit


Il Contentware Summit, uno dei festival più noti sul content marketing si è svolto il 30 ottobre 2018 a Base Milano registrando oltre 1000 iscritti. L’evento è stato organizzato Mashub, Netlife srl Comunicazione, con il sostegno di Asseprim, il Patrocinio di Ferpi.

Che cos’è il Touchpoint

Questa volta la quarta edizione del festival si è concentrata sul Touchpoint, inteso come punto di contatto con cui veicolare o far fruire un contenuto. I touchpoint non si limitano alle interazioni tra cliente e azienda, ma si riferiscono anche all’incontro tra comunicazione online e offline. Stefano Saladino, ideatore dell’evento crede fortemente che questo festival possa offrire nuove opportunità della comunicazione nel mercato. Inoltre ha aggiunto che il Contentware Summit è in grado di generare contenuti di qualità coinvolgendo speakers, imprese, pubbliche amministrazioni e professionisti.

Partecipanti all’evento

Al festival hanno partecipato più di una trentina tra consulenti, strategist, imprenditori ed esperti del content marketing che hanno raccontato le loro esperienze su tre palchi fisici e uno virtuale. Tra questi bisogna ricordare:

  • Francesca Tassistro, Experience Design Global Lead – Avanade;
  • Marco Guaragnella Co-funder Jcom Italia;
  • Giovanni Cappellotto Ecommerce consultant & web marketer;
  • Giuliano Trenti, CEO & Fouder di Neurexplore Srl.
  • Pasquale Diaferia, creative chairman at Special Team;
  • Mauro Lupi, strategy director
  • Il giovane 19enne Michele Saladino, fotografo, blogger e fondatore di “Feel the World”.

Le nuove opportunità della comunicazione

Francesca Anzalone, esperta di comunicazione, docente – CEO e Founder- Netlife s.r.l. chiarisce le esigenze del mercato e quali competenze sono necessarie per soddisfarle. In seguito afferma che oggi parlare di fisico e virtuale che si completano vicendevolmente permette di regolare la comunicazione in modo efficace e coerente. A questo proposito sono state presentate due esperienze di applicazione tra strategie e modelli di business in uno storytelling conversazionale.

La prima di cui stiamo parlando è Fanola No Yellow Shampoo, noto come il fenomeno viola del web che ha spinto imprese come la Pettenon Cosmetics a focalizzare l’attenzione su nuovo modello. La seconda è Eco della Stampa che nasce nei primi del’900 con la rassegna stampa e si trasforma poco dopo in un supporto strategico per il cliente grazie al data Analysis e all’Intelligence.

Nel Contentware Summit sono stati proposti diversi strumenti per sostenere lo sviluppo di business delle imprese, come le tecniche di Machine Learning e Deep Learning, processi di Marketing Automation, l’uso della realtà virtuale e dello storytelling immersivo. L’ultima proposta riguarda l’adozione del neuro-marketing nello studio del customer journey, ossia l’applicazione delle neuro-scienze per analizzare il comportamento dell’utente in base al Touchpoint.

La quarta edizione del festival ha permesso anche a speaker e professionisti del settori di organizzare workshop come momenti di approfondimento per mostrare l’applicazione dei principi proposti durante gli speech. Uno degli workshop più apprezzati è stato quello organizzato da Massimo Petrucci, consulente marketing sul copywriting quantistico.


Contatti:

1
Scrivi un commento

1000
1 Discussioni
0 Risposte alle discussioni
0 Follower
 
Commenti con più reazioni
Discussioni più accese
1 Commentatori
più recenti più vecchi
Massimo Petrucci (667.Agency)

Grazie, è bello sapere che il mio workshop sul Copywriting Quantistico sia stato gradito. Sull’argomento è stato pubblicato un libro di oltre 300 pagine da Flaccovio Editore.


Contatti:

Leggi anche