Investi in Notizie.it e diventa editore del tuo giornale 🚀
Diventa socioInvesti e diventa socio di Notizie.it 🚀
Sciame di meteore delle Geminidi, come vederlo
Scienza & Tecnologia

Sciame di meteore delle Geminidi, come vederlo

Le stelle cadenti sono già visibili a partire da questa notte, nuvole e inquinamento luminoso delle grandi città permettendo.

Le stelle cadenti delle Geminidi, che devono il loro nome alla costellazione dei Gemelli, sono previste in arrivo, visibili a occhio nudo, già nelle prossime ore. Sono causate dall’oggetto spaziale Fetonte, un asteroide la cui orbita intreccia periodicamente quelle dei pianeti Mercurio, Venere, Marte e della Terra. Nel corso dei suoi passaggi, Fetonte ha prodotto una scia di detriti, in cui la Terra entra periodicamente seguendo la propria orbita intorno al Sole. L’incontro con i detriti avviene in questo periodo dell’anno.

Sciame di stelle cadenti

Durante la notte di Santa Lucia (giovedì 13 dicembre), sarà possibile ammirare il picco di visibilità dello sciame di meteore Geminidi, causate dal passaggio della Terra nell’orbita dei detriti lasciati dall’asteroide Fetonte.
In presenza di uno sciame meteorico come quello delle Geminidi parliamo di “stelle cadenti”, perché nel cielo notturno sembra che una stella si sposti velocissima prima di morire. In realtà, le stelle non c’entrano nulla e rimangono a debita distanza dall’atmosfera terrestre (milioni di chilometri nel caso del Sole, miliardi per tutte le altre).

Oltre alle Geminidi, ci sono altri sciami meteorici ricorrenti: il più famoso di tutti è quello delle Perseidi, che si verifica intorno al 10 di agosto, la notte di San Lorenzo.
Secondo le teorie più recenti, le meteore sembrano generarsi dallo sbriciolamento dell’asteroide man mano che questo si avvicina al Sole.

Meteore Geminidi, come vederle

Per osservare questo splendido fenomeno è necessario prima di tutto allontanarsi dai grandi centri abitati, dove l’inquinamento luminoso impedisce in ogni caso di vedere chiaramente la volta celeste con i dovuti contrasti.
In secondo luogo, bisogna sperare in un cielo scoperto, cosa purtroppo rara in questo periodo dell’anno, soprattutto considerando i peggioramenti meteo previsti.
Tuttavia, nel caso fortuito in cui il cielo sia scoperto, a causa della mancanza della Luna a sbiadirne la visione, la vista sarà spettacolare: per fotografare le meteore, bisognerà avere pazienza fino alle 2 di notte, momento in cui saranno più nitide.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche