×

Senato: Ingroia, 'nuovo gruppo? Il M5S ha cambiato anima, occorre polo popolare'

default featured image 3 1200x900 768x576

Palermo, 22 giu. (Adnkronos) – "Il M5S che c'era agli inizi non c'è più, ha cambiato anima, ha cambiato pelle. E non è un caso che diversi dissidenti grillini adesso abbiano aderito a questo nostro nuovo soggetto politico". Lo ha detto all'Adnkronos Antonio Ingroia, l'ex Procuratore aggiunto di Palermo che ha aderito al Gruppo Misto 'l'Alternativa c'è – Popolo per la Costituzione', costituita dai senatori Bianca Laura Granato, Luisa Angrisani, Margherita Corrado e Mattia Crucioli.

"Io in realtà non ho mai smesso di fare politica – spiega Ingroia, che nel 2013 si era candidato a premier con 'Rivoluzione civile'- Non ci sono state le opportunità per andare in Parlamento. Ma nasceva esattamente con la stessa logica. Sono convinto che il panorama politico oggi è asfittico e occorre costruire un polo popolare e costituzionale che è l'ispirazione che nel 2013 avevano in comune Rivoluzione civile e il M5S". "Il M5S ha cambiato anima – dice – e non è un caso che di questa nuova soggettività politica facciano parte tanti ex che credevano che ritengono che il M5S abbiano tradito".

Alla domanda se nel 2023 si candida alle Politiche, risponde: "Creo le condizioni perché si possa creare una soggettività politica, importa portare avanti un soggetto politico".

"Questo è solo il primo passo di un progetto politico ambizioso e rivoluzionario – si legge in una nota del nuovo gruppo – I soggetti politici che vi partecipano infatti si impegnano a iniziare un percorso per costruire un'alleanza costituzionale molto più ampia e larga che rappresenti una terza via, un'aggregazione che si candida a governare il Paese e di cui si sente sempre più forte e vitale la necessità e l'urgenza".

"L'Alternativa c'è – Popolo per la Costituzione' si propone come aggregatore di tutte quelle forze politiche, associative e culturali che, partendo dall'opposizione al governo Draghi, vogliano essere alternative ai due poli oggi imperanti, la destra nazionalista e il polo moderato, che insieme oggi sgovernano il Paese. Una sponda popolare e costituzionale che dia voce ai cittadini onesti, ai discriminati e delusi dell'attuale classe politica governativa. Alternativa ai governi delle banche della finanza e dei potentati, alle politiche sempre più subalterne ai grandi interessi multinazionali, di lobby nazionali e transnazionali, che ostacolano una vera sovranità democratica e costituzionale".

"Con questo spirito ed obiettivo 'l'Alternativa c'è' e 'Azione Civile – Popolo per la Costituzione' si mettono al servizio di un progetto da costruire con tanti soggetti. E' un cantiere aperto di discussione e azione con formazioni sociali, rappresentanti della società civile, corpi intermedi, associazioni di categoria del mondo del lavoro, dell'impresa, dei consumatori e del terzo settore", conclude la nota.

Contents.media
Ultima ora