×

Sequestro ad imprenditore casertano beni per 18,5 milioni. L’uomo è accusato di associazione di stampo mafioso

default featured image 3 1200x900 768x576
guardia di finanza

Beni per un valore complessivo pari a 18,5 milioni di euro sono stati sequestrati oggi a Paolo Diana, 67 anni, imprenditore casertano operante nel settore del commercio di veicoli e del trasporto merci, accusato di associazione di stampo mafioso e trasferimento fraudolento di valori.

Il decreto di sequestro – eseguito oggi dai finanzieri del Comando Provinciale di Napoli ed emesso dalla Dda della Procura della Repubblica di Napoli – riguarda cinque societa’, 20 beni immobili tra fabbricati e terreni, situati in provincia di Caserta e a Roma, 7 automezzi e 66 rapporti finanziari per un importo di 3 milioni di euro.

Contents.media
Ultima ora