×

Sergio Lepri morto a 102 anni: addio allo storico direttore dell’Ansa

Sergio Lepri, giornalista e storico direttore dell'agenzia di stampa Ansa dal 1962 al 1990, è morto all'età di 102 anni.

Sergio Lepri

Sergio Lepri, giornalista e storico direttore dell’agenzia di stampa Ansa dal 1962 al 1990, è morto all’età di 102 anni. Tra i primi messaggi di cordoglio quello di Luigi Cortu, attuale direttore dell’Ansa, che aveva assunto lui anni fa. 

Sergio Lepri morto a 102 anni: addio allo storico direttore dell’Ansa

Sergio Lepri, giornalista e storico direttore dell’agenzia di stampa Ansa dal 1962 al 1990, è morto all’età di 102 anni. Lo ha annunciato la stessa agenzia. Tra i primi messaggi di cordoglio quello di Luigi Contu, attuale direttore, che aveva assunto lui diversi anni fa. “Ci ha lasciato Sergio Lepri, grande giornalista e direttore della nostra agenzia dal 1962 al 1990. Quando mi assunse mi disse: non le chiedo per chi vota, non me lo faccia capire da quello che scrive.

Per un giornalista è la lezione più importante. Grazie” ha scritto il direttore su Twitter. 

Sergio Lepri morto a 102 anni: “Il giornalismo sopravvive se assicura veridicità”

Sergio Lepri è nato il 24 settembre 1919 a Firenze, aveva partecipato giovanissimo alla Resistenza diventando insegnante di italiano al liceo. Il giornalismo è sempre stata la sua grande passione. Dirigeva il giornale clandestino del Partito liberale. Professionista dal 1946 e all’Ansa dal 1959, è stato direttore per trent’anni, guidando generazioni di giornalisti.

Il privilegio di un serio giornalismo è quello di non schierarsi. Io sono arrivato al giornalismo alla fine della guerra. Giovani come me decisero di fare il giornalista perche’ era uno strumento per arricchire il patrimonio informativo di tutti. Strumento di conoscenza, di democrazia e libertà come servizio” aveva detto Lepri. In una delle ultime sue apparizioni pubbliche aveva affermato che “il giornalismo sopravvive se assicura veridicità“.

Sergio Lepri morto a 102 anni: la carriera

Dopo essere stato scelto da Amintore Fanfani come portavoce è stato anche capo del Servizio stampa a Palazzo Chigi durante il governo democristiano dal 1958 al febbraio 1959. Un anno e mezzo dopo è stato assunto all’Ansa dove presto è stato nominato vicedirettore e poi direttore. Per 30 anni è stato alla guida dell’Agenzia e docente di Linguaggio dell’informazione nella scuola di giornalismo della Luiss. Nel corso della sua carriera ha scritto decine di libri di politica, storia, giornalismo e informazione.  

Contents.media
Ultima ora