Si rompono flap in volo: spaventoso atterraggio d’emergenza
Esteri

Si rompono flap in volo: spaventoso atterraggio d’emergenza

atterraggio d'emergenza

Momenti di paura sul volo LS444 Jet2 partito dalla Grecia e diretto in Inghilterra. Durante il volo si sono infatti rotti i flap.

Terrore su un volo Jet2. Venerdì 24 agosto 2018 il pilota di un aereo partito dall’isola greca di Creta e diretto all’aeroporto di Leeds-Bradford ha annunciato ad i passeggeri a bordo la rottura dei flap, ovvero le alette che servono a rallentare la velocità dell’aereo in fase di atterraggio. A causa di questo malfunzionamento, si è reso quindi necessario un atterraggio d’emergenza all’aeroporto di Manchester, perché ha una pista molto più lunga.

Atterraggio di emergenza a tutta velocità

La notizia ha ovviamente creato il panico tra i passeggeri del volo LS444, molti dei quali sono svenuti mentre altri non hanno potuto fare a meno di vomitare. Gli assistenti di volo infatti hanno impartito l’ordine di assumere la cosiddetta “brace position”, che si tiene quando bisogna prepararsi all’impatto.

A causa del guasto dei flap, l’aereo ha infatti toccato terra a circa 321 chilometri orari. A rallentare la corsa del velivolo solo i freni, tanto che per tutta la durata della corsa sulla pista d’atterraggio si sono sentiti suoni striduli a causa del forte attrito.

Quando l’aereo si è finalmente fermato, i vigili del fuoco già presenti sul posto hanno quindi raffreddato le ruote per evitare che il calore generato provocasse un incendio.

“E’ atterrato ad una velocità impressionante. Sembrava che l’aereo non si sarebbe mai fermato” racconta una passeggera dopo la spaventosa disavventura in volo, la 42enne Jennifer Gilroy. “Il pilota ha salvato le nostre vite, davvero. – ricorda ancora – Se l’aereo avesse preso fuoco, noi saremmo stati i primi ad essere investiti dalle fiamme perché eravamo seduti nella parte posteriore”. “E ‘stato un bravissimo pilota, ci ha tenuto tutti calmi e dopo che siamo atterrati è uscito e ha parlato con ogni persona per rassicurarsi delle condizioni di ognuno”, ha infine spiegato. Per fortuna, c’è stato solo qualche ferito ed infortunio, soprattutto alla schiena per via della posizione che i passeggeri hanno dovuto tenere nella fase di atterraggio d’emergenza.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Paola Marras
Di origine sarda ma nata e cresciuta a Roma. Dopo la maturità classica ho studiato "Scienze politiche" all'Università La Sapienza. Scrivo quotidianamente sul web per testate e blog dal 2006, giornalista dal 2009. Mi sono sempre occupata di servizi di approfondimento e d'inchiesta, alcuni scelti come fonte di Wikipedia, di libri e testi universitari mentre altri sono stati tradotti all'estero. Autrice anche di qualche scoop. Dal 2018 lavoro a tempo pieno per Notizie.it. Progettista Web e "Tecnico Superiore per la Comunicazione e il Multimedia", ho una profonda conoscenza del mondo internet e per questo non sono sui social.
Contatti: Mail