×

Sinti Che Rubavano Come in Arancia Meccanica

default featured image 3 1200x900 768x576
carabinieri

A fine giugno i carabinieri del Nucleo Investigativo di Torino avevano arrestato una banda di nomadi sinti, specializzata in rapine ai danni di oreficerie, uffici postali, banche, tabaccherie e supermercati. Particolarmente violenti gli assalti: utilizzavano fuoristrada rubati come ariete oppure sfondavano i vetri blindati con l’impiego di mazze ferrate. Non esitavano a colpire con il calcio delle pistole gli impiegati che tardavano ad eseguire i loro ordini. Almeno un centinaio i colpi di cui sono stati ritenuti responsabili.

Al gruppo, tutt’ora in carcere, capeggiato da Giuseppe e Lorenzo Falletta, 52 e 23 anni e da Daris Lagaren di 34 anni, la Procura della Repubblica di Torino, attribuisce altre nove rapine, sei in uffici postali e tre in istituti bancari. Colpi messi a segno a San Maurizio, San Benigno, Borgaro, Mappano e Torino, tra agosto del 2009 e febbraio del 2010 con un bottino che varia, a seconda dei casi, da 3 a 50mila euro.

Contents.media
Ultima ora