> > Sommergibile scomparso in Argentina: ricerche complicate per colpa del maltempo

Sommergibile scomparso in Argentina: ricerche complicate per colpa del maltempo

sommergibile scomparso

Cercare il sommergibile scomparso in Argentina si sta rivelando un'impresa ancora più titanica. Il maltempo ha complicato molto le operazioni.

Ancora nessuna traccia del sommergibile scomparso in Argentina.

Il San Juan era stato dato per disperso da giovedì scorso, e fin’ora le operazione di ricerca non hanno dato nessun risultato positivo. Adesso, i soccorsi sono stati pesantemente penalizzati dalle condizioni meteo. Infatti, il maltempo ha innescato onde alte tra i 6 e gli 8 metri. I venti, provenienti da sudovest, raggiungono i 40 nodi. Ad aiutare nelle ricerche ci sono anche altri stati, tra cui gli USA.

Sommergibile scomparso scomparso

La situazione è drammatica. Le operazioni di ricerca e soccorso nell’atlantico del sud per trovare il sommergibile scomparso San Juan disperso si sono dimostrate ancora più difficili anche a causa delle avverse condizioni meteo dell’area. A sottolinearlo è proprio stato il portavoce della marina di Buenos Aires, Enrique Balbi. L’uomo ha sottolineato anche che a complicare le azioni di questa impegnativa operazione di ricerca è proprio il fatto che si tratta di un sommergibile.

Enrique Balbi ha affermato che l’altezza delle onde, e il fatto che un sottomarino ha un profilo sottile e affiora poco nell’acqua, complicano ne l’individuazione. Non solo visiva, ma anche via radio. Inoltre, il San Juan, che è pure dipinto di nero.

Enrique Balbi ha poi aggiunto che ieri, in aiuto, sono arrivati in una base della Patagonia due aerei con una squadra di appoggio della marina degli Stati Uniti.

”I velivoli trasportano materiale logistico per l’assemblaggio di un mini-sottomarino. È pronta inoltre, ha precisato, una campana subacquea per il salvataggio dell’equipaggio che puo’ raggiungere una profondità di 200 metri”.

sommergibile scomparso

Sommergibile scomparso ricerche

L’ultimo contatto col sommergibile scomparso risale allo scorso giovedì. In quel momento il San Juan era nell’acque dell’atlantico meridionale, a circa 432 km dalla costa, all’altezza del golfo di San Jorge. Per localizzarlo, le autorità stanno impegnando circa 40 navi con caratteristiche tecniche diverse e decine di aerei. Occupati nella ricerca anche una ventina di pescherecci.

Le ricerche del sommergibile scomparso sono quindi pesantemente ostacolate dalle cattive condizioni meteorologiche nella zona. Lo hanno ammesso anche le autorità dello Stato sudamericano. Le squadre alcuni altri Paesi hanno intensificato gli sforzi nell’Atlantico meridionale per ritrovare il sottomarino San Juan, scomparso da mercoledì scorso. La Marina degli Stati Uniti ha inviato una seconda nave, munita di attrezzature speciali e moduli di ricerca e salvataggio in alto mare.

Oltre all’argentina e agli Usa, ci sono altri cinque paesi che stanno aiutando nelle operazioni di ricerca: Perù, Brasile, Cile, Uruguay, Francia e Inghilterra. I mezzi stanno setacciando un’area immensa. Tuttavia, questo spazio è già stato controllato per l’80%. Il San Juan, è stato costruito in Germania nel 1985 , e poi portato in argentina. Il sommergibile scomparso doveva seguire la rotta prevista dalla base di Usuahia, situata al sud dell’Argentina, fino Mar del Plata, una città portuale.