×

Serie A, tripudio Lazio nel derby: la Roma crolla 3-0

Vanno a segno Caicedo, Immobile su rigore e Cataldi. I giallorossi mancano l'aggancio al quarto posto.

Lazio-Roma, Caicedo gol
Lazio-Roma, Caicedo esulta

Tripudio Lazio nel derby (prima del match si sono verificati scontri vicino allo stadio). La squadra di Simone Inzaghi batte 3-0 la Roma e si rilancia nella corsa per un posto nella prossima Champions League. Gli Aquilotti salgono a quota 41 in classifica, a -3 dai cugini e a -6 dalla quarta posizione, ma con una partita in meno.

Stracittadina da dimenticare quasi del tutto per Di Francesco, atteso dal ritorno degli ottavi di finale di Champions League in trasferta contro il Porto (mercoledì 6 marzo alle 21). Il tecnico sperava di presentarsi all’appuntamento (la Roma parte dal 2-1 dell’andata) in un altro modo: ora è chiamato a ricaricare in fretta il gruppo dopo questa batosta.

Caicedo sblocca subito

Determinante lo splendido avvio di gara dei biancocelesti, già avanti dopo 12′.

Caicedo, imbeccato centralmente da Correa, evita Olsen e a porta vuota non può sbagliare. I meriti della coppia offensiva laziale vanno a sommarsi ai demeriti della retroguardia rivale. Fazio e Juan Jesus sono tutt’altro che irreprensibili nell’occasione e fanno rimpiangere l’indisponibile Manolas. Di Francesco può rammaricarsi e deve interrogarsi per l’approccio totalmente sbagliato dei suoi a un match così importante, che poteva valere l’aggancio al 4° posto.

La reazione giallorossa

In svantaggio la Roma prova a rispondere creando però solo nella ripresa i presupposti per il pareggio. Florenzi scalda le mani a Strakosha con un destro potente da fuori e sugli sviluppi di un corner Pastore (ostacolato da Pellegrini) si divora l’1-1 da posizione ravvicinata gettando al vento la sponda di Dzeko. La reazione, rabbiosa e confusa, si esaurisce sostanzialmente qui.

La Lazio chiude i conti

La Lazio resiste e nel momento più complicato chiude i conti. Fazio commette fallo su Correa in area di rigore al termine di un contropiede e dagli 11 metri l’acciaccato Immobile (subentrato a Caicedo) non sbaglia (73′). Nel finale (89′) c’è gloria anche per Cataldi, la cui conclusione dal limite sorprende Olsen. La Roma chiude in 10 per l’espulsione di Kolarov (doppio giallo) e nel prossimo turno (lunedì 11 marzo all’Olimpico arriva l’Empoli) sarà costretta a rinunciare anche a Dzeko e Fazio (ammoniti, erano diffidati).

Contents.media
Ultima ora