×

Volata Champions, il peso degli scontri diretti nel rush finale

In Serie A è lotta fra sei squadre per due posti: cosa succederebbe in caso di arrivo a pari punti.

champions

Le ultime cinque giornate della Serie A si preannunciano avvincenti. Non per il discorso scudetto visto che la Juve ha già vinto il tricolore, ma per la corsa Champions. Ben sei squadre sono in lizza: Inter (61 punti), Milan (56), Atalanta (56), Roma (55), Torino (53), Lazio (52). Solo due i posti disponibili. Come ricorda La Gazzetta dello Sport in caso di arrivo a pari punti saranno determinanti gli scontri diretti (non ci sono gli spareggi). Dodici mesi fa l’Inter tornò a disputare la Coppa più prestigiosa grazie al successo sulla Lazio all’Olimpico nell’ultimo turno. Qualora ci sia parità anche negli scontri diretti si considererebbero nell’ordine: differenza reti negli scontri diretti, differenza reti generale e maggior numero di reti segnate in generale.

Se tre squadre concludessero il campionato appaiate in graduatoria, sarebbero decisivi i punti ottenuti negli scontri diretti tra le stesse tre (o più) formazioni, ovvero la classifica avulsa.

Il quadro

Allo stato attuale l’Inter prevale su Lazio e Milan, è in situazione di svantaggio con Lazio e Torino, e di parità con la Roma (conterebbe dunque la differenza reti con nerazzurri a +24 e giallorossi a +12). Il Milan è in vantaggio su Atalanta, Roma e Lazio e in svantaggio con l’Inter. Domenica la sfida al Torino che all’andata aveva bloccato il Diavolo sullo 0-0 a San Siro.
Per l’Atalanta situazione favorevole con l’Inter, sfavorevole con il Milan e il Torino. Contro la Roma gli orobici hanno pareggiato 3-3 sia all’andata che al ritorno (la differenza reti premia la squadra di Gasperini, a +24).

Nel 35° turno la Dea sarà ospite della Lazio, battuta 1-0 un girone fa.
Quadro pessimo per la Roma: l’undici di Ranieri, avanti solo col Torino, ‘soccomberebbe’ qualora arrivasse a pari punti con Milan e Lazio ed è indietro rispetto a Inter e Atalanta per differenza reti.
Il Torino è in vantaggio su Inter e Atalanta, in svantaggio con la Roma. I granata devono ancora giocare il ritorno contro Milan (0-0 all’andata in trasferta) e Lazio (1-1 fuori casa).
La Lazio è avanti con la Roma, indietro con Milan e Inter. Da disputare le gare contro Atalanta (i biancocelesti hanno perso 1-0 a Bergamo) e Torino (1-1 il risultato dell’Olimpico).

Giorgio Meroni, nato a Milano nel 1984. Dopo la laurea triennale e magistrale in "Lettere moderne", frequenta un master in giornalismo, sua grande passione fin dall'adolescenza. Diventa giornalista professionista nel 2014. Segue con interesse la politica, lo sport e il mondo della tv. Grande tifoso del Milan.


Contatti:

Contatti:
Giorgio Meroni

Giorgio Meroni, nato a Milano nel 1984. Dopo la laurea triennale e magistrale in "Lettere moderne", frequenta un master in giornalismo, sua grande passione fin dall'adolescenza. Diventa giornalista professionista nel 2014. Segue con interesse la politica, lo sport e il mondo della tv. Grande tifoso del Milan.

Leggi anche