×

Funerali dei fratelli David e Daniel: lo striscione omaggio della Lazio

Oggi si sono tenuti i funerali dei fratelli Daniel e David, uccisi entrambi nella strage di Ardea. L'omaggio della Lazio con uno striscione.

funerali daniel david

Oggi alle 14 presso la chiesa Santa Maria Regina Pacis di Ostai si sono tenuti i funerali di Daniel e David, i due fratelli uccisi ad Ardea, e dove ha perso al vita anche Salvatore Ranieri, il pensionato di 75 anni che aveva provato salvarli dal raptus omicida di Andrea Prignani.

Strage Ardea, oggi i funerali di Daniel e David

Oggi sabato 19 giugno alle ore 14 si sono tenuti a Ostia i funerali dei fratelli Daniel e David, uccisi lo scorso 13 giugno a colpi d’arma da fuoco ad Ardea da Andrea Prignani, il quale in seguito si è tolto la vita con un colpo alla tempia.

Nella strage era rimasto ucciso anche Salvatore Ranieri, pensionato 75enne che aveva provato a salvarli dalla follia omicida di Prignani.

I funerali si sono svolti presso la chiesa Santa Maria Regina Pacis.

Funerali Daniel e David, la lettera della mdrea del killer

Tanto l’affetto mostrato dalle centinaia di persone presenti ai funerali, tenuti sotto controllo dalle transenne fuori dalla chiesa. Toccante lo striscione degli michetti della scuola calcio e degli Ultras della Lazio che hanno reso omaggio alle piccole vittime: “Ciao Daniel e David che i vostri cuori volino più in alto della follia di questo mondo”.

La famiglia dei due fratellini tramite l’avvocato ha richiesto che la presenza dei giornalisti ai funerali sia  “marginale, discreta e rispettosa del loro incommensurabile dolore”.

Intanto anche la madre del killer Rita Rossetti ha voluto mostrare la sua vicinanza e i suo profondo dolore alla famiglia dei due piccoli fratelli, con una toccante lettera.

Come riportato dal Corriere della Sera, ecco il contenuto della lettera: “Il gesto insano che ha provocato la morte di Salvatore, Daniel e David, anime innocenti – ha gettato nel dolore e nella disperazione le vostre famiglie e la mia.

Come si può arrivare a tanta ferocia? Il gesto di mio figlio non può essere giustificato in alcun modo. Mi sento impotente davanti alla vostra tragedia e so che non ci sono parole giuste. Ci sono cose che il tempo non può accomodare, ferite talmente profonde che lasciano il segno e ti cambiano la vita inesorabilmente, perché indietro non si torna“. 

Funerali Daniel e David, l’esame autoptico

Prima dello svolgimento delle pubbliche esequie, è stato effettuato l‘esame autoptico sui due bambini di 10 e 5 anni.

Secondo le ricostruzioni e le analisi dell’autopsia, non c’è dubbio che i due bambini siano morti per i colpi di pistola inferti dal killer. Il più grande è stato colpito al petto, mentre il più piccolo alla gola.

Contents.media
Ultima ora