> > Tensioni in Perù: italiani bloccati Machu Picchu

Tensioni in Perù: italiani bloccati Machu Picchu

Proteste

Proteste in corso in Perù per la destituzione e l'arresto dell'ex presidente Pedro Castillo: 779 turisti bloccati, tra di loro decine di italiani

Decine di italiani bloccati a Machu Picchu in Perù a causa della sospensione del servizio ferroviario in seguito alle proteste per la destituzione e l’arresto dell’ex presidente Pedro Castillo.

Secondo le fonti diplomatiche del nostro Paese, gli italiani bloccati dovrebbero essere tra i trenta e i quaranta.

Centinaia di turisti bloccati nell’area turistica

Per la precisione, dovrebbero essere 779 i turisti bloccati nell’area turistica di Machu Picchu da martedì 13 dicembre, giorno in cui anche l’aeroporto di Cusco è stato chiuso per via delle proteste. Tra le persone coinvolte, anche 4 ragazze bloccate a Checacupe. Dopo la possibile decisione da parte del Tribunale sulla detenzione per 18 mesi dell’ex presidente del Perù Pedro Castillo – accusato di ribellione e tentato colpo di stato –, la situazione degli scontri tra manifestanti e polizia sta degenerando.

Il bilancio è arrivato a 9 morti

Finora i morti negli scontri durante la protesta sono 9. Ieri, nella regione settentrionale di La Libertad, un manifestante 51enne è stato travolto da un camion che viaggiava ad alta velocità, lasciandoci la vita. Mentre un tribunale per le indagini preliminari sta valutando la richiesta della procura generale di trattenere in custodia cautelare per 18 mesi Castillo, è in atto, intanto, un plenum del Parlamento in cui si sta valutando la possibilità di anticipare le elezioni generali.