> > Tromba d'aria nel Crotonese: famiglie sfollate e danni al sito archeologico

Tromba d'aria nel Crotonese: famiglie sfollate e danni al sito archeologico

Crotone

Una tromba d'aria nella provincia di Crotone ha colpito le abitazioni e il sito archeologico di Capocolonna: dichiarato lo stato di calamità naturale

Una tromba d’aria causata dal maltempo di questi giorni ha colpito la provincia di Crotone in Calabria, causando ingenti danni nel come di Isola di Capo Rizzuto.

Colpito il sito archeologico di Capocolonna

L’area archeologica di Capocolonna – risalente alla civiltà della Magna Grecia e con un periodo di vita che va dal VI secolo a.C. al IV-V secolo d.C. – è stata messa a dura prova dalla tromba d’aria nel crotonese. Insieme a essa, le abitazioni sono state scoperchiate e hanno subìto danni a cancelli e recinzioni: in località Le Cannella, un traliccio dell’energia elettrica è caduto su un’abitazione, di cui ha sfondato il tetto.

Danni anche a diverse strutture agricole intorno a Isola di Capo Rizzuto.

L’allerta continua nei prossimi giorni

Il sindaco di Isola Maria Grazia Vittimberga ha dichiarato lo stato di calamità naturale e ha chiamato a intevenire nell’emergenza la Protezione Civile della Regione Calabria: numerosi cittadini sfollati – molti dei quali hanno perso (o quasi) le loro abitazioni – necessitano di essere collocati in luoghi sicuri per i giorni successivi: si prevedono ancora abbondanti precipitazioni per un’allerta di tipo giallo.

Per chi non abbia subìto invece danni alle dimore, l’invito del comune a restare in casa ed evitare di uscire per qualsiasi motivo che non sia estremamente necessario.

Qui sotto potete recuperare un video successivo al disastro pubblicato dai Vigili del fuoco e da Terremoti Italia.