> > Uccide, decapita e seppellisce nel bosco l'amica e falsifica il testamento pe...

Uccide, decapita e seppellisce nel bosco l'amica e falsifica il testamento per avere soldi

Uccide l'amica

Jemma Mitchell, ex osteopata e cristiana devota, ha ucciso l'amica Mee Kuen Chong e ha falsificato il testamento per ottenere i suoi soldi.

Jemma Mitchell, ex osteopata, avrebbe ucciso la sua amica Mee Kuen Chong, per poi decapitarla e seppellirla.

In seguito ha falsificato il testamento per ottenere i suoi soldi. 

Uccide, decapita e seppellisce nel bosco l’amica e falsifica il testamento per avere soldi

Jemma Mitchell, ex osteopata di 38 anni, ha ucciso e decapitato l’amica Mee Kuen Chong, 67 anni, conosciuta tramite la chiesa. La donna voleva appropriarsi dei suoi soldi del testamento, che le sarebbero serviti alla ristrutturazione di casa.

Si tratta di un giallo che sta tenendo il Regno Unito con il fiato sospeso. L’accusata nega l’omicidio, ma per il momento le prove sembrano inchiodarla. Mee Kuen Chong, di origine asiatica residente a Londra, è stata uccisa nel 2021. Il suo corpo decapitato è stato trovato in un bosco da alcuni turisti. Il killer aveva cercato di sbarazzarsene, ma il suo piano non è andato come previsto. Jemma Mitchell avrebbe ucciso l’amica e falsificato il suo testamento per ottenere i soldi, 200mila sterline, per pagare le ristrutturazioni di casa.

La prova contro la donna 

Le prove al momento sembrerebbero inchiodare Jemma Mitchell. Ad avvalorare la tesi dell’accusa ci sono anche le immagini della telecamera a circuito chiuso, che mostravano la 38enne mentre lasciava la casa della vittima con una grande valigia blu, che “conteneva il suo corpo”. La signora Chong è stata descritta come una donna particolarmente vulnerabile e incline a comportamenti irregolari. Era stata indirizzata verso un team di salute mentale dopo che aveva inviato delle lettere al principe Carlo e a Boris Johnson.