×

Ucraina, Onu: dall’inizio del conflitto sono stati uccisi almeno 1.842 civili di cui 148 bambini

1.842 vittime tra cui 148 bambini, questo il drammatico bilancio secondo l'ultimo bollettino diffuso dall'Onu.

Onu vittime Ucraina

Da quando è iniziata la guerra in Ucraina il bilancio delle vittime non ha cessato di crescere. Questo è ciò che emerge dall’ultimo bollettino diffuso dall’ufficio dell’Alto commissario delle Nazioni Unite per i diritti umani (Ohchr).

Stando a quanto si apprende dall’agenzia dell’Onu, le vittime civili sono almeno 1.842.

Di questi 148 sono minori. Si tratta di dati drammatici che ci raccontano molto dello scenario attuale del conflitto e della sua gravità. 

Onu, il bilancio delle vittime in Ucraina: le cifre sono sottostimate 

A questi due dati sopracitati va anche segnalato quello legato ai feriti. Anche in questo caso il quadro non è meno drammatico. Secondo l’Onu questi ultimi sono almeno 2.493 tra cui 233 bambini. Ad ogni modo ha sottolineato sempre l’agenzia, questi numeri data la difficoltà degli accertamenti sul campo, sono sottostimate. 

Il ministero dell’Interno: quanti profughi sono arrivati in Italia all’11 aprile 

Il Viminale ha diffuso come di consueto il report relativo al numero dei profughi giunti in Italia. Stando a quanto si legge dal portale “Sono 89.920 a oggi le persone in fuga dal conflitto in Ucraina arrivate in Italia, 86.048 delle quali alla frontiera e 3.872 controllate dal compartimento Polizia ferroviaria del Friuli-Venezia Giulia. Si tratta di 46.491 donne, 9.984 uomini e 33. 445 minori”.

I maggiori centri di arrivo, ha fatto sapere sempre il ministero dell’Interno, sono “Milano, Roma, Napoli e Bologna”.

Contents.media
Ultima ora