> > Uomo accoltellato per strada a Roma: morto in ospedale

Uomo accoltellato per strada a Roma: morto in ospedale

Polizia

Un uomo è stato accoltellato alla gola, per strada, a Roma. I clienti di un bar hanno visto la scena e hanno lanciato l'allarme.

Un uomo è stato sorpreso alle spalle e accoltellato alla gola, per strada, a Roma.

Si è accasciato a terra in una pozza di sangue, sotto gli occhi dei clienti di un bar, che hanno subito lanciato l’allarme.

Uomo accoltellato per strada a Roma: morto in ospedale

Un uomo si trovava nel piazzale di un bar in via della Borghesiana, a Roma, ed era intento a ricaricare la batteria della macchina, quando è stato sorpreso alle spalle.

Una coltellata alla gola e si è accasciato a terra in una pozza di sangue, davanti agli occhi dei clienti del bar, che hanno chiamato i soccorsi. I sanitari sono arrivati e hanno stabilizzato la vittima, per poi portarla in codice rosso al policlinico Tor Vergata, dove è deceduta poco dopo l’arrivo. La vittima è un uomo di 52 anni, di origini calabresi, che viveva da tempo a Roma. Gli agenti hanno organizzato una fitta rete di controlli per risalire all’assassino, visionando anche le telecamere di video sorveglianza.

Dopo qualche ora è stato fermato un primo sospettato.

Omicidio a Roma: sospettato e movente

In via Borghesiana sono intervenuti anche gli agenti della polizia scientifica per effettuare i rilievi. Gli investigatori hanno ascoltato i testimoni che hanno assistito alla terribile aggressione. Dai loro racconti si sono messi sulle tracce del killer. Una fuga durata poche ore, perché a mezzanotte un super sospettato è stato fermato poco distante dal piazzale del bar ed è stato portato negli uffici della Questura dove è stato interrogato.

Resta da chiarire il movente. I poliziotti stanno raccogliendo informazioni sulla vittima e sul sospettato. L’uomo aggredito sarebbe entrato nel bar da solo e non avrebbe avuto nessuna discussione. L’ipotesi è che possa essere stato seguito. Gli agenti stanno indagando nel passato della vittima, che avrebbe alle spalle precedenti legati alla droga e allo spaccio. Si tratta di reati commessi tra il 1998 e il 2000, per cui dietro l’omicidio potrebbe esserci altro.