×

Usa, immunità di gregge raggiunta nello stato di New York: vaccinato il 70% della popolazione

Gli Stati Uniti vedono la fine dell'emergenza sanitaria. Lo stato di New York ha raggiunto l'immunità di gregge, mentre la California ha riaperto.

New York raggiunge l'immunità di gregge, la California riapre: gli Usa vedono la fine della pandemia

Gli Stati Uniti iniziano a vedere la fine dell’emergenza sanitaria dovuta al Covid-19. Sulla costa est lo stato di New York ha raggiunto l’immunità di gregge, mentre su quella ovest la California è il primo stato a revocare quasi tutte le restrizioni imposte dal governo per limitare il diffondersi del virus.

Immunità di gregge raggiunta nello stato di New York, la maggior parte delle restrizioni saranno facoltative

Grazie al successo della campagna vaccinale, il 70% della popolazione adulta dello stato di New York ha ricevuto almeno una dose di vaccino anti-Covid-19. Questa soglia rappresenta un traguardo fondamentale, che permette di eliminare, o perlomeno rendere facoltative, la maggior parte delle restrizioni.

I negozi, i ristoranti e le palestre potranno scegliere se far indossare o no la mascherina a chi è stato vaccinato, mentre i non vaccinati dovranno continuare a rispettare le misure di protezione nei confronti negli altri, tra le quali ci sono proprio la mascherina e il distanziamento sociale.

Inoltre, come previsto dalle linee guida federali, l’obbligo di mascherina resterà in vigore sui mezzi di trasporto pubblico, nelle scuole, negli ospedali e nelle cliniche.

Immunità di gregge raggiunta nello stato di New York, Cuomo: “Concentrare lo sforzo dove c’è resistenza al vaccino”

A confermare che nell’area di New York, New Jersey escluso, è stata raggiunta l’immunità di gregge è stato il governatore Andrew Cuomo, che ha poi aggiunto che ci sarà ancora da concentrarsi sulle zone dove si riscontra una certa resistenza al vaccino.

Cuomo ha inoltre annunciato che nello stato di New York saranno rimosse “con effetto immediato” tutte le misure adottate per arginare il Covid-19. “Ora possiamo tornare alla vita normale” ha detto il governatore, tra gli applausi della gente presente all’One World Trade Center.

Immunità di gregge raggiunta nello stato di New York, sulla costa ovest riapre la California

Anche dalla California, il primo stato degli Usa a chiudere a causa della pandemia, arrivano delle buone notizie.

Dopo più di un anno di restrizioni, infatti, martedì 15 giugno 2021 lo stato della costa est ha riaperto, facendo decadere gran parte delle restrizioni che erano state adottate per contenere il virus, dal distanziamento sociale all’uso della mascherina per i vaccinati fino ai limiti di capacità dei luoghi indoor.

Anche in California rimangono però in vigore alcune misure, come l’obbligo di indossare le mascherine sui mezzi di trasporto pubblico, negli ospedali, nelle carceri, nelle scuole e negli asili. “Non c’è ripresa americana senza ripresa della California”, ha commentato il governatore Gavin Newsom, che guida lo stato più popoloso e più ricco degli Stati Uniti.

Leggi anche: Coronavirus, bilancio del 15 giugno: 1.255 nuovi casi e 63 morti in più

Leggi anche: Mix di vaccini ok Aifa, Sileri il sottosegretario alla Salute: “Sembra dare una risposta immunitaria migliore”

Contents.media
Ultima ora