×

USA, sparatoria in un Kroger di Collierville: 2 morti e 13 feriti

Negli USA, un uomo è morto dopo aver dato vita a una sparatoria in un Kroger di Collierville, uccidendo 2 persone e causando 13 feriti.

USA

Negli Stati Uniti d’America, è stata segnalata una sparatoria avvenuta all’interno di un Kroger, a Collierville. Secondo quanto riferito dalla polizia locale americana, due persone sono morte durante il drammatico evento mentre altre tredici sono ferite, dopo essere state raggiunte dai proiettili esplosi.

Il responsabile dell’estremo gesto, invece, è deceduto dopo essersi autoinflitto una ferita da arma da fuoco.

USA, sparatoria in un Kroger di Collierville: 2 morti e 13 feriti

Nella giornata di giovedì 23 settembre, la polizia di Collierville, città degli Stati Uniti d’America della contea di Shelby, nello Stato del Tennessee, ha diramato alcune informazioni in merito a una sparatoria avvenuta in un Kroger, un punto vendita della catena di negozi al dettaglio istituita nel 1883 da Bernard Kroger.

A proposito della sparatoria, il capo della polizia di Collierville, Dale Lane, ha comunicato che hanno perso la vita 2 persone mentre almeno altre 13 sono rimaste ferite. L’uomo che si è reso responsabile di un simile, tragico evento è deceduto per una ferita da arma da fuoco autoinflitta.

USA, sparatoria in un Kroger di Collierville: le comunicazioni degli ospedali

In relazione alla vicenda avvenuta all’interno di un Kroger, un portavoce del Regional One Health ha riferito che l’ospedale stava aspettando l’arrivo di alcuni pazienti e avrebbe fornito maggiori informazioni alle forze dell’ordine nel momento in cui fossero stati disponibili più dettagli sulle condizioni dei pazienti.

Non è escluso, inoltre, che il numero dei feriti possa aumentare.

Un portavoce del Baptist Memorial Health Care, invece, ha rivelato che una persona è stata portata presso il nosocomio statunitense dopo la sparatoria di Collierville.

L’ospedale per bambini Le Bonheur, infine, ha dichiarato di non avere pazienti ricoverati presso la struttura che provengano da Collierville e di non essere a conoscenza dell’arrivo di alcun paziente. È quanto riferito dal portavoce David Henson a The Commercial Appeal.

USA, sparatoria in un Kroger di Collierville: le testimonianze dei presenti

In seguito alla sparatoria, alcuni cittadini che erano presenti sul luogo al momento della tragedia hanno raccontato quanto accaduto.

Glenda McDonald, che lavora nel reparto floreale di Kroger, ha detto di non essere stata ferita ma di sentirsi estremamente scossa e scioccata. La donna ha anche spiegato di essere scappata dall’ufficio sul retro verso il bancone dei fiori quando ha sentito qualcosa che somigliava a un colpo di pistola.

“Sono corsa fuori dalla porta”, ha ammesso McDonald. “Ho lasciato la mia borsa, le mie chiavi, tutto”.

Manny Reis, 49 anni, stava guidando lungo Poplar proprio quando la polizia ha cominciato a raggiungere la scena: “Tonnellate e tonnellate di auto della polizia che volavano verso l’ingresso posteriore del Kroger sulla strada che corre dietro di esso e hanno bloccato tutto, e poi stanno tutti aprendo i loro bauli e prendendo i fucili. E poi tutti hanno iniziato a correre nei paraggi “.

Fuori dal Kroger ha affermato di aver visto qualcuno senza camicia che è stato portato via da quattro paramedici.

“C’erano alcune persone fuori. C’era qualcuno senza maglietta”, ha aggiunto Reis. “Quindi non so se quella persona è stata ferita, se è stata colpita, non lo so. So che ad un certo punto ho visto quattro paramedici andare verso quella persona, prenderla e portarla via dall’area”.

Contents.media
Ultima ora