×

Vaccino Covid Pfizer ai 12-15enni: via libera dall’Ema

L'Agenzia Europea del Farmaco ha dato il via libera alla somministrazione del vaccino Pfizer-BioNTech nei ragazzi dai 12 ai 15 anni.

vaccino pfizer ema

Nella giornata del 28 maggio l’Agenzia Europea del Farmaco ha dato finalmente il via libera alla somministrazione del vaccino Pfizer-BioNTech per la fascia d’età che va dai 12 ai 15 anni. Si tratta di una decisione importante che permettera di dare una nette accelerazione alla campagna vaccinale di diversi paesi europei, compresa quella italiane dove dal prossimo 3 giugno le somministrazioni verranno effettuate a tutti i cittadini dai 16 anni in su.

Vaccino Covid Pfizer ai 12-15enni: via libera dell’Ema

Stando ai testi effettuati gli effetti collaterali delle vaccinazioni per i ragazzi dai 12 ai 15 anni sono praticamente gli stessi di quelli delle persone dai 16 anni in su, e cioè dolore al sito di iniezione, stanchezza, mal di testa, dolori muscolari e articolari, brividi e febbre. Si tratta di effetti generalmente lievi o moderati. L’Agenzia Europea del Farmaco, che ha dato l’ok al vaccino poco dopo la sua omologa americana Fda, ha inoltre sottolineato come il richiamo sia da fare a 21 giorni dalla somministrazione della prima dose.

Vaccino Covid Pfizer ai 12-15enni: il commento di Valentina Marino

A commentare il via libera dell’Ema sul vaccino anti Covid anche Valentina Marino, direttrice medca di Pfizer Italia, che ha dichiarato come nei pazienti giovani: “C’è già una risposta immunitaria nei 12 giorni successivi alla prima dose, come dimostrano i trial clinici.

I ragazzi rispondono in maniera molto più efficiente rispetto alle fasce d’età più adulte quindi già tra la prima e la seconda dose c’è una buona risposta immunitaria. Ovviamente come per gli adulti, per avere una completa risposta immunitaria, bisogna aspettare una settimana dopo la seconda somministrazione come dimostrano i dati dei nostri trial clinici. In ogni caso a quel punto l’efficacia arriva al 100%.

Vaccino Covid Pfizer ai 12-15enni: proseguono le sperimentazioni negli Stati Uniti

Continua inoltre negli Stati Uniti la sperimentazione del vaccino sui bambini appartenenti a fasce d’età ancora inferiori, come ha recentemente spiegato il virologo statunitense Anthony Fauci: “Si sta lavorando a sperimentazioni cliniche con riduzione dell’età, in cui si esegue una sperimentazione clinica con soggetti dai 16 ai 12 anni, poi dai 12 ai 9, poi dai 9 ai 6”. I risultati dei tesi sui bambini di età compresa tra i sei mesi e i 12 anni saranno disponibili tra qualche mese.

Contents.media
Ultima ora