×

Variante Beta, incubo in Francia: “Già al 10%”, quale il vaccino che riesce a bucare”

La variante Beta, che non sarebbe contagiosa quanto quella Delta, ma secondo gli esperti potrebbe essere più resistente ai vaccini.

Coronavirus Italia
CREATOR: gd-jpeg v1.0 (using IJG JPEG v62), quality = 82

La Francia ha deciso di mantenere la quarantena per tutti, anche per chi ha fatto la doppia dose di vaccino. Il motivo è la variante Beta, nota anche come sudafricana, che ormai ammonta al dieci per cento dei nuovi contagi in Francia: una variante che non è particolarmente contagiosa, soprattutto rispetto alla Delta, ma che sembra essere più resistente ai vaccini, in particolare ad AstraZeneca, riporta il Corriere della Sera.

Incubo variante Beta

n Gran Bretagna, finora, si sono registrati solo un migliaio di contagi da variante Beta e le autorità vogliono evitare che si diffonda: perché per il resto, il livello di infezioni in Francia è molto più basso che in Gran Bretagna, con solo 27 mila nuovi casi rispetto a 244 mila nella scorsa settimana.

Variante Beta (Variante 501Y.V2, nota anche come B.1.351) è stata identificata in Sud Africa.

Dati preliminari indicano che, nonostante non sembri caratterizzata da una maggiore trasmissibilità, questa variante potrebbe indurre un parziale effetto di “immune escape” nei confronti di alcuni anticorpi monoclonali. Siccome potenzialmente questo effetto potrebbe interessare anche l’efficacia degli anticorpi indotti dai vaccini tale variante viene monitorata con attenzione.

Nuove restrizioni in Francia

Il governo britannico ha spiegato che le nuove misure non si applicheranno alla Francia visto l’aumento della circolazione della variante Beta, identificata per la prima volta in Sudafrica.

Non si tratterebbe di una variante altrettanto contagiosa come quella Delta, già dominante in Gran Bretagna, ma secondo gli esperti potrebbe essere più resistente ai vaccini. Nel Regno Unito, per il momento, si sono registrati circa un migliaio di contagi dovuti alla variante Beta, ma le autorità starebbero intervenendo in anticipo perché non si diffonda.

Contents.media
Ultima ora