Investi in Notizie.it e diventa editore del tuo giornale 🚀
Diventa socioInvesti e diventa socio di Notizie.it 🚀
Caserta: come raggiungere la città da Napoli
Viaggi

Caserta: come raggiungere la città da Napoli

reggia di caserta
caserta da napoli

Caserta è una delle città della Campania che deve essere visitata almeno una volta nella vita, scopri come raggiungerla da Napoli.

Caserta è una delle città campane con più storia, segno evidente della permanenza dei Borbone è la bellissima Reggia, voluta da Carlo III e costruita sul modello di quella più imponente di Versailles.

Caserta: i luoghi da visitare

Oltre alla meravigliosa Reggia a Caserta è possibile visitare il belvedere di San Leucio, il giardino inglese. La Reggia, con l’immenso parco custodisce arte e gioielli, ma anche cultura e rappresenta una delle meraviglie architettoniche d’Italia. Il parco e le rapide ai piedi di Venere e Adone creano un giardino incantevole. Nella sala degli Alabardieri è custodito il busto di Maria Cristina di Savoia in marmo. Le decorazioni all’interno delle stanze della reggia denotano una grande finezza ed eleganza. Oltre ai numerosi dipinti i visitatori possono ammirare l’appartamento della regina, la biblioteca, la pinacoteca, la sala del trono e la sala del consiglio.

Uno dei più grandi meriti di Carlo III fu la costruzione dell’acquedotto, detto appunto carolingio.

La sa realizzazione fu affidata a Luigi Vanvitelli, il quale esplorò il vecchio acquedotto romano, ma poi si spinse verso le sorgenti del Fizzo, alle falde del Taburno. L’acquedotto, una delle più importanti opere compiute sotto la dinastia dei Borbone percorre 38 chilometri, provvede all’irrigazione di molti campi e centri abitati. Casertavecchia, situato a sul monte Virgo offre un panorama di rara bellezza, con la cattedrale di San Michele e la chiesa dell’Annunziata è sicuramente un luogo da visitare.

Napoli: i luoghi da visitare

Per le persone che decidono di visitare Napoli, sarà davvero difficile concentrare la visita in pochi giorni, infatti Napoli è una delle città più caotiche, ricche di quartieri e di storia, che sarebbe davvero impossibile girarla in due o tre giorni. Musei, chiese e monumenti sono ad ogni angolo di strada o quasi. In questa città vivono diverse anime: il Vomero, Mergellina e Posillipo sono i quartieri più raffinati. Il rione Sanità, ad esempio è uno di quei quartieri più caratteristici e degradati che gli abitanti negli ultimi anni stanno cercando di valorizzare il patrimonio culturale e artistico presente sul territorio.

Questo quartiere, che ha dato i natali a Totò, il principe della risata, all’anagrafe Antonio De Curtis è colorato, traboccante di negozi e bancarelle, a tratti caotico, con un’atmosfera nella quale bisogna solo tuffarsi e viverla.

A Piazza Carlo III sorge il Reale Albergo dei poveri, costruito da Carlo III di Borbone. Verso la fine dell’Ottocento il Re incaricò l’architetto Ferdinando Fuga di progettare un palazzo che potesse offrire ospitalità e aiuto a chi aveva bisogno. Il palazzo, chiamato anche Palazzo Fuga è una struttura imponente che conta più di 400 camere, è stato reclusorio, casa di correzione, casa di accoglienza per bisognosi. Qui alle donne e agli uomini, ai ragazzi provenienti da tutta’Italia veniva offerto un tetto, si dava la possibilità di imparare a leggere e scrivere, di imparare un mestiere. Ancora oggi, il reale Albergo dei poveri ha questa vocazione e rappresenta un simbolo di accoglienza nel cuore della città di Napoli.

Esistono anche altri luoghi da visitare in Campania apprezzati da milioni di turisti ogni anno.

Caserta: come arrivarci da Napoli

Numerosi sono i collegamenti che uniscono Caserta e Napoli; infatti, da Napoli dalla stazione centrale partono molti treni che raggiungono il capoluogo campano. Da Napoli a Piazza Garibaldi parte il treno storico Reggia Express, che una volta al mese con la locomotiva elettrica E-626 raggiunge direttamente la Reggia. In automobile vi sono tre percorsi differenti, sono 35 km. Il primo percorso è quello Via Ai, l’altro percorrendo la strada statale 162 e il terzo con la A16 A30, uscita Caserta Marcianise. L’altra alternativa per arrivare a Caserta è in autobus, infatti, sempre da Piazza Garibaldi è possibile servirsi del bus C1RT della CTP, che percorre l’Autostrada e arriva direttamente a Caserta.

© Riproduzione riservata

Leggi anche

PROGETTO Y-OURSELF: Il Vostro Personal Travel
Viaggi

PROGETTO Y-OURSELF: Il Vostro Personal Travel

"Il Tourist Experience Design e il turismo esperienziale mettono al centro il viaggiatore. I suoi bisogni, gusti e desideri vengono studiati, esplicitati e canalizzati nel processo di creazione dell’offerta turistica,…