×

Coronavirus, telefoni intasati: “Tampone solo in casi precisi”

Milano, 24 feb. (askanews) – Il segnale è libero ma nessuno risponde, in altri casi la chiamata si chiude prima ancora che parta lo squillo. Queste telefonate ai numeri di emergenza per il Coronavirus (1500 per informazioni generali e 800 89 45 45 solo per la Lombardia per valutare le singole situazioni e avere spiegazioni su cosa fare), esemplificano la difficoltà di fare fronte alle migliaia di chiamate di questi giorni per avere informazioni sul virus e su cosa fare. Anche il 112 è andato in tilt in alcuni momenti per le troppe telefonate.

Le chiamate in questo caso specifico non sono state fatte per prova, ma da una persona che aveva reale necessità di capire se fare o meno il tampone. Alla fine è stata fatta una telefonata al 112 dal quale hanno chiarito che il tampone va fatto solo se si è entrati in contatto con casi sospetti e in caso di sintomi evidenti, come febbre alta e tosse forte.

D’altronde, come è stato ripetuto più volte dalle autorità, se si hanno dei sospetti la cosa giusta da fare è proprio chiamare questi numeri, provando finché non si trova la linea e non andare in ospedale.

© Riproduzione riservata

Scrivi un commento

1000

Leggi anche