Vodafone rimborso credito sim scaduta, è possibile?
Vodafone rimborso credito sim scaduta, è possibile?
Tecnologia

Vodafone rimborso credito sim scaduta, è possibile?

Vodafone

Quando si lascia scadere una sim ricaricabile, il credito residuo è perduto? Le mosse da fare quando si lascia scadere una sim della Vodafone.

Se si possiede una Sim ricaricabile Vodafone e si scopre che è stata usata poche volte oppure addirittura nessuna e che purtroppo è scaduta, non bisogna disperarsi e, soprattutto, non bisogna gettarla via subito. Fortunatamente, infatti è ancora possibile recuperare il credito che era presente al suo interno e che non è stato goduto. La cosa importante è che non siano passati più di dodici mesi da quando la Sim ricaricabile Vodafone è scaduta.

Recuperare credito SIM Vodafone

Per cercare di recuperare il credito residuo, è necessario andare sul sito internet ufficiale della Vodafone. A questo punto bisogna entrare con le proprie credenziali e scaricare il modulo specifico per il rimborso, che si chiama “Dichiarazione di recesso – richiesta di rimborso del traffico con assegno“.

È necessario ricordarsi che il modulo deve essere compilato in ogni sua parte, compresi i nuovi recapiti telefonici, per poter dare la possibilità alla compagnia di Vodafone di procedere celermente con l’evasione della richiesta di rimborso del credito. In seguito è necessario inviarlo al gestore telefonico tramite fax al numero verde 800.034642.

Si può anche spedirlo tramite posta all’indirizzo Casella Postale 190, 10015 – Ivrea (TO).

Costi per ottenere il rimborso da Vodafone

La procedura di rimborso, che avviene mediante assegno bancario, prevede un costo per il cliente pari a sei euro. Questa cifra sarà detratta direttamente dal credito residuo rimasto nella vecchia Sim ricaricabile. Prima di mettersi in ballo con il rimborso, è bene quindi valutare attentamente se vale la pena farsi rimborsare.

Nel caso in cui tale credito fosse, invece, inferiore ai sei euro, la compagnia di Vodafone non provvede a effettuare alcun rimborso. Lascerà invece a disposizione questa somma per il cliente, se questo decidesse di attivare una nuova Sim. Ovviamente il cliente dovrà attivarla sempre con il medesimo gestore telefonico.

La restituzione del credito residuo da parte del gestore Vodafone, avviene solitamente entro sessanta giorni dalla ricezione del modulo.

Nel caso in cui venissero accertate delle misure fraudolente perpetrate dal cliente, al fine di ottenere un rimborso che non gli spetta, il “furbetto” riceverà un sms oppure un fax da parte del gestore telefonico.

All’interno di questo saranno spiegate in dettaglio le motivazioni del rifiuto alla restituzione della somma presente sulla ricarica.

Per cercare di recuperare il credito residuo, ci si può rivolgere anche in un qualsiasi punto vendita della Vodafone.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche