Abruzzo, 5 luoghi misteriosi e abbandonati da visitare COMMENTA  

Abruzzo, 5 luoghi misteriosi e abbandonati da visitare COMMENTA  

Torniamo nel nostro paese e rechiamoci al centro per visitare alcuni dei più bei luoghi abbandonati dell’Abruzzo, dalle catacombe ai castelli.

Parliamo spesso di posti stranieri ed urbex del centro Europa, quindi oggi torniamo nel bel Paese. Nel centro del nostro bel Paese, per essere precisi: andiamo a vedere qualche posto speciale in Abruzzo, tra rovine storiche e paesini abbandonati.

Il castello di Rocca Calascio

abruzzo

Partiamo con uno dei luoghi più storici della regione. Il castello, costruito intorno al 1300, domina l’intera vallata ed aveva la funzione di torre d’avvistamento per monitorare tutti i territori circostanti. Visitarlo oggi significa godere di uno dei panorami più vasti e stupendi del paese, uno dei pochi luoghi abbandonati di cui parliamo il cui fascino non è terrore e superstizione ma pura e completa bellezza.


Eremo della Madonna di Pietrabona

abruzzo

L’Abruzzo è terra di eremiti, e nel corso dei millenni sono stati costruiti molti eremi e monasteri dedicati all’isolamento e alla contemplazione. Quello dedicato alla Madonna di Pietrabona, che si può visitare, ha la particolarità di conservare i resti delle vite degli abitanti del luogo. E degli abitanti stessi.

Cimitero monumentale di Sulmona

abruzzo

Purtroppo, ad esclusione della visita del giorno dei morti, il cimitero monumentale di Sulmona non è visitabile. Un vero peccato, perchè questo piccolo gioiello nascosto è pieno di cappelle, tombe familiari ed altri luoghi fantastici da visitare.

Le tombe rupestri di Serramonacesca

abruzzo

Lungo il letto del fiume Alento, sul percorso che conduce alle grotte di San Giuannelle, si trovano queste tombe dall’origine sconosciuta. Si sospetta fossero usate dagli eremiti dall’ottavo secolo in poi, dedicate probabilmente a San Giovanni. Ma nessuno ne ha la conferma.


Altopiano di Baullo

abruzzo

L’altopiano di Baullo è soprannominato la Valle del Diavolo. Stando alle leggende, il luogo è stato testimone di un’apparizione demoniaca, che ha creato il burrone che caratterizza la zona. Un posto senza vita, con un’atmosfera sovrannaturale.


1 / 7
1 / 7
  • Il castello è uno scenario fantastico, ed è stato utilizzato per parecchi film fantasy e storici.
  • Morti di peste o di cause naturali, gli abitanti del luogo osservano i visitatori dagli scaffali ricavati nella roccia.
  • La cappella del cimitero.
  • La valle Piola, piena di paesini abbandonati.
  • Uno spettacolo inquietante.
  • Piante contorte e rami spogli hanno contribuito a fornire alla valle il soprannome di Valle del Diavolo.
  • abbandonato-abruzzo

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*