Anello di fidanzamento “alternativo”: le pietre preziose migliori e peggiori

Donna

Anello di fidanzamento “alternativo”: le pietre preziose migliori e peggiori

Ecco le pietre più preziose e quelle da evitare per il vostro anello di fidanzamento

Si possono scegliere tra milioni di varietà di anello di fidanzamento: solitari, trilogy o infinite pietre preziose sono ideali per simboleggiare l’unione eterna tra un uomo e una donna. Ogni pietra ha un significato diverso quindi si può optare per un anello con una pietra incastonata a seconda del messaggio che si vuole trasmettere: tanti emblemi, tanti significati, tanti colori e tanti design ma l’emblema è sempre lo stesso, una promessa di amore eterno e di vita insieme, un progetto di vita cui realizzare per l’eternità.

Per una donna che vuole un anello di fidanzamento molto prezioso e costoso, con pietre rare e di grande valore aggiunto, potrà optare per diversi minerali da incastonare nel proprio gioiello che mostrerà a pubblico con eleganza e con determinatezza.

  • Il diamante è il top delle scelte: per la sua bellezza e durezza è un minerale molto costoso per cui si consiglia di regalarlo a persone veramente speciali in quanto è vero che “un diamante è per sempre” e nessuna donna lo darà indietro, in caso di separazione.
  • Il rubino, la durezza, il colore ed l’abito rendono facilmente riconoscibile il rubino grezzo (nascono problemi una volta tagliato, può essere confuso con spinelli e granati); è un minerale bello ed importante, tutti dovremmo avere un rubino, sperando che non ce lo rubino!
  • Lo smeraldo, i campioni di questo minerale sono incredibilmente affascinanti, si consiglia di prestare attenzione nell’acquisto di uno smeraldo poiché, a volte, si possono incontrare cristalli di smeraldo incollati sulla matrice (sono sempre molto belli ma vanno pagati per quel che sono), nei casi dubbi è utile osservare tali campioni alla luce UV per smascherare il collante; lo smeraldo è un minerale che, purtroppo, è soggetto a trattamenti, sintesi, riparazioni.
  • Lo zaffiro, si deve fare attenzione, a volte gioiellieri ed addetti del settore usano i termini zaffiro giallo, zaffiro bianco etc., ricordiamo che il termine zaffiro indica esclusivamente la varietà di corindone di colore blu (si usa, negli altri casi, il termine corindone giallo, etc.). Se vi capita di incontrare un bello zaffiro su matrice non ve lo fate scappare!

Chiusa la rassegna dei minerali e pietre più preziose e belle da incastonare sul proprio anello di fidanzamento, passiamo ad indicare quali sono le pietre meno preziose e sconsigliabili da sfoggiare in un anello di fidanzamento.

  • L’ambra è emessa dalle conifere sotto forma di resina, che successivamente con il tempo è fossilizzata: è traslucida, di colore che può variare dal giallo al rossiccio, al bruno. Può contenere degli insetti che rimasero imprigionati al momento della sua formazione. Attualmente, si raccoglie comunemente in Germania, in Romania, in Sicilia ed in Birmania. Nei paesi appartenenti all’ex Unione Sovietica, in Germania, in Italia ed in Oriente avviene la sua lavorazione per venire impiegata nella produzione di impugnature di bastoni, collane, orecchini, braccialetti, bocchini per sigarette e cannelli di pipe, sconsigliabile per gli anelli, specie per quelli che sono un emblema ed encomio al fidanzamento.
  • La benitoite, il colore tipico è il blu, è una pietra semipreziosa, il suo utilizzo é circoscritto al mercato delle gemme e a quello dei minerali da collezione; in misura molto minore la benitoite viene impiegata per aggiustare ed allineare il fascio di elettroni in alcune microsonde.
  • La fluorite, è uno dei pochi minerali che si presenta quasi sempre in campioni perfettamente cristallizzati e con colorazioni bellissime, utile per il riconoscimento è la durezza (maggiore della calcite e minore del quarzo) e la perfetta sfaldatura. La fluorite è presente in ogni collezione, solo il quarzo può vantare una maggiore diffusione e una preziosità maggiore della fluorite.
  • La vesuvianite, il cui nome richiama il Vesuvio, é un sorosilicato, conosciuto anche con i nomi commerciali d’idocrasio, californite (verde e di qualità da taglio, tipica della California) e giada di Pulga, i cui cristalli presentano striature superficiali, non proprio belle da vedersi e da apprezzare per un anello importante come quello regalato per il vostro fidanzamento.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Loading...