Arena di Verona: allarme antiterrorismo, fermati due olandesi. Poi la verità COMMENTA  

Arena di Verona: allarme antiterrorismo, fermati due olandesi. Poi la verità COMMENTA  

Momenti di alta tensione all’arena di Verona. Due olandesi, di 26 e 27 anni, sono entrati senza permesso attraverso l’ingresso artisti, utilizzando due pass fasulli e poco dopo l’ingresso nell’Arena si sono chiusi nei bagni.

E’ così scattato l’allarme anti terrorismo: sul posto sono giunte forze speciali e artificieri che hanno individuato i due uomini e sono intervenuti per bloccarli.

Ma non si è trattato di terrorismo: i due infatti hanno ammesso di essere entrati in modo non lecito per organizzare una sorta di ‘intervento satirico’ nel corso dello spettacolo dell’Aida; all’interno dei loro zaini infatti avevano diversi strumenti per effettuare riprese video perchè uno di loro sarebbe dovuto andare sul palco nel corso della ‘marcia trionfale’.

L’altro invece avrebbe dovuto riprendere la reazione del pubblico, per poi mandare in onda il filmato sulla trasmissione satirica dell’emittente tv olandese Kro-ncv, per la quale lavorano.

Una ‘bravata’ che è costata loro una denuncia per procurato allarme. Fortunatamente gli addetti ai lavori e le altre persone presenti nell’Arena non si sono accorte di nulla, coninuando le loro attività.

Leggi anche

1 Commento su Arena di Verona: allarme antiterrorismo, fermati due olandesi. Poi la verità

  1. I Due ragazzi olandesi hanno detto sulla TV olandese che non hanno dovuto mostrare nessun passo! Io sono stato a Verona ad assistere Carmen.Nessun controllo al ingresso.Strano!

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*