Attivista stuprata da arabi ma non li denuncia. Perché?

Cronaca

Attivista stuprata da arabi ma non li denuncia. Perché?

stuprata
Selin Goren

Una attivista ventiquattrenne è stata stuprata da un gruppo di arabi ma non vuole denunciare. Ecco i motivi

Selin Goren è il nome della giovane attivista di origine turca che è stata stuprata da un gruppo d’uomini arabi. Goren è la portavoce del movimento giovanile di sinistra chiamato Solid. Dopo il terribile successo, la giovane ha denunciato regolarmente presso la polizia di Mannheim, dove ha dichiarato che è stata violentata da un gruppo di presunti cittadini tedeschi. Questa era la versione ufficiale dei fatti che ha mantenuto la ventiquattrenne durante mesi. Ma sembra che adesso la ragazza abbia deciso dire la varietà.

Secondo il quotidiano tedesco Der Spiegel, ad stuprare Goren sarebbero stati un gruppo di immigranti arabi o iraniani. La ragazza avrebbe nascosto la verità per non favorire l’avversione contro gli immigrati e rifugiati in Germania. Avversione che negli ultimi mesi è aumentata dovuto ai continui attacchi terroristici.

La giovane attivista ha pubblicato un post di Facebook dove ha dichiarato: “Mi spiace molto che il tuo atteggiamento sessista e prevaricatore nei miei confronti possa fomentare il razzismo verso gli immigrati.

Non me ne starò più in silenzio a guardare, e sì può succedere che cittadini razzisti e preoccupati facciano di te il problema. Tu non sei il problema”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche