Belfodil-Inter, retroscena di un affare COMMENTA  

Belfodil-Inter, retroscena di un affare COMMENTA  

L’inter aggiunge un altro tassello, il sesto, al suo mosaico, dal Parma è in arrivo l’attaccante Ishak Belfodil in comproprietà per 10 milioni di Euro, cifra solo all’apparenza elevata per il franco-algerino.



Continua a ritmi incessanti il mercato dell’Inter, il presidente Moratti sta mantenendo la promessa fatta ai propri tifosi, in occasione della festa di fine stagione della curva nord nerazzurra, di riportare la sua squadra nei piani alti del calcio italiano, l’acquisto del giovane bomber ne è l’ennessima riprova.

Il giocatore cresciuto nel vivaio del Lione arriva in nerazzurro in comproprietà, il costo dell’operazione per l’Inter è di 10 milioni di Euro più i prestiti di Cassano e Silvestre; una cifre che di primo acchito ha spiazzato i tifosi nerazzurri, in un mercato dove girano pochi soldi la valutazione complessiva di 20 milioni di Belfodil in effetti appare eccessiva, in realtà la prima metà del calciatore alla società milanese costerà circa 2 milioni, spieghiamone i motivi.

Inserendo Cassano e Silvestre nell’affare il DG Marco Branca riesce in un solo colpo a realizzare due obiettivi primari del mercato nerazzurro; prendere una punta con le caratteristiche richieste da Mazzarri e piazzare due elementi in esubero presenti in rosa, Cassano e Silvestre. Girando i due giocatori al Parma, l’Inter risparmierà una cifra vicina agli 8 milioni di Euro per i rispettivi ingaggi, potendo contare su tale risparmio i 10 milioni pattuiti con Pietro Leonardi da versare al club ducale non graveranno, se non in maniera minima, sul bilancio del club.

L'articolo prosegue subito dopo

Il Parma dal canto suo regala un giocatore come Cassano alla propria gente, per il centenario del club, e contemporaneamente si assicura un difensore come Silvestre, fuori luogo in un contesto come quello dell’Inter ma sicuramente determinante per quelli che sono gli obiettivi della squadra di Donadoni; la dirigenza parmense inoltre fa una scommessa, anch’essa, su Belfodil, cedendo solo metà cartellino il Parma sarà la prima tifosa del giovane neo-interista, una sua grande stagione garantirebbe alla società ducale una valutazione importante la prossima estate della seconda metà del giocatore. Insomma un operazione intelligente sotto ogni aspetto e che soddisfa sia Inter che Parma.
L’inter con Belfodil si assicura il secondo “top young” dopo Icardi, andando a comporre un attacco che oltre a Palacio e Milito, entrambi over 30, vede presenti anche un 93, l’ex Sampdoriano, ed un 92, il franco-algerino appunto; reparto completo sotto ogni aspetto e che soddisfa appieno le richieste fatte da Mazzarri.
Vincenzo Margiotta

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*