Bersani per il no al referendum: appuntamento con l’Apocalisse

Politica

Bersani per il no al referendum: appuntamento con l’Apocalisse

Pier Luigi Bersani per il no al referendum costituzionale del prossimo 4 dicembre. Votare contro la riforma per fermare l’Italicum,

Al referendum costituzionale Pier Luigi Bersani voterà no. L’esponente della minoranza Pd ha ribadito la sua posizione parlando a Napoli. “O si rottama l’Italicum o si ferma la riforma costituzionale”. Questo, in sintesi, il pensiero espresso da Bersani, il quale ha ribadito che “se non si cambia l’Italicum bisogna fermare la riforma costituzionale, questo è un problema di democrazia”.

Bersani ha voluto rilasciare alcune dichiarazioni per smentire le voci circolate in merito ad una sua possibile apertura sul fronte della riforma costituzionale. Il suo è un no categorico. “L’ho sempre pensata così”, ha specificato Bersani, “io non mai cambiato idea, non so dove trovino questa novità. Dal primo giorno ho pensato che l’Italicum era un disastro, che andava rottamato. L’ho detto dal primo giorno e lo dico fino all’ultimo giorno, c’era tutto il tempo per cambiarlo, non lo si è cambiato”.

Sulla questione generale delle riforme, Pier Luigi Bersani ha spiegato che, a suo parere, “averla impostata così, comunque finisca è un guaio perchè viene diviso il paese, si divide il centrosinistra, il partito, si divide il Paese.

Perchè?”.

“Grave errore imbarcare il governo”

“Dico sempre che non è che tutti i democristiani votarono Repubblica, il giorno dopo erano democristiani lo stesso”, ha proseguito, “è stato un errore grave, grave imbarcare il governo. Diceva Calamandrei: quando si parla di Costituzione i banchi del Governo devono essere vuoti. Invece ora dobbiamo dire al mondo che non succede niente, il giorno dopo chiunque vince siamo messi come il giorno prima”. “Se ci sarà questo governo avremo gli stessi problemi economici e sociali, se andiamo a cercare il ferro nel letto, si dice dalle mie parti, ci conviene dire al mondo che abbiamo un appuntamento con l’Apocalisse?”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Loading...