Calano gli spettatori in serie A

Inter

Calano gli spettatori in serie A

Ormai è un dato estremamente preoccupante: gli stadi italiani si stanno progressivamente svuotando. E’ una tendenza in atto da anni, ma che stride in maniera impressionante col resto d’Europa, ove gli stadi sono sempre pieni e forniscono una cornice adeguata ai match che caratterizzano i vati tornei. Nelle prime 16 giornate del campionato, secondo quanto rilevato dall’Osservatorio del Calcio Italiano nel suo ultimo rapporto annuale, gli spettatori paganti hanno subito una ulteriore contrazione del 4,9% rispetto alla stagione precedente. La media di presenze alle gare della serie A è di 23.675 spettatori, il peggiore degli ultimi quattro tornei. La partita che ha avuto il maggior seguito, sino ad ora, è stata Inter-Juventus, cui hanno assistito 78.072 spettatori. Da notare che proprio l’Inter è la squadra che ha avuto sin qui il miglior risultato medio negli incontri casalinghi, con una media di 50.729 spettatori, seguita da Napoli (43.660) e Milan (41.606). Siamo perciò di fronte alla ennesima conferma di una tendenza ormai in atto da anni, cui nessuno cerca di porre riparo e alla quale concorrono in maniera evidente il prezzo troppo alto dei tagliandi, la scomodità degli stadi e una violenza endemica che continua a caratterizzare il nostro calcio.

E se le iniziative di contrasto alla tendenza in atto sono come la Tessera del Tifoso, predisposta dal Ministro degli Interni Maroni, sarà molto difficile per il nostro calcio risalire la china. Con l’ovvio risultato di allontanare i campioni stranieri, che vedono nella Liga e Nella Premier League palcoscenici molto più invitanti rispetto al nostro torneo.

Una immagine di San Siro
Una immagine di San Siro

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Loading...