Il Castello di Rochester, i fantasmi di Charles Dickens e della Dama Bianca

Viaggi

Il Castello di Rochester, i fantasmi di Charles Dickens e della Dama Bianca

Il Castello di Richester

La storia

Il Castello di Rochester, che ispirò il pittore romantico e “pre – impressionista” britannico William Turner, sorge nell’omonima città del Kent sulla riva destra del fiume Medway, nell’Inghilterra meridionale. E’ particolarmente noto per il suo maschio, costruito in una posizione strategica allo scopo di fermare i nemici che arrivavano via mare e tutt’oggi molto ben conservato.

L’edificio venne fatto costruire poco dopo l’invasione normanna dell’Inghilterra nel 1066 e la sua custodia venne affidata da Guglielmo Il Conquistatore al suo fratellastro, il Vescovo Oddone di Bayeux. Nei secoli la struttura fu più volte conquistata, distrutta e ristrutturata, a cominciare da quando, nel 1088, scoppiò un conflitto per la successione in cui Oddone appoggiò un nipote, Roberto II di Normandia, figlio di Guglielmo il Conquistatore, a scapito dell’altro, il crudele Guglielmo II d’Inghilterra. A perdere furono Oddone e Roberto e, per un certo periodo, l’edificio fu abbandonato, finchè non fu lo stesso Guglielmo ad ordinare di costruirne uno nuovo, con le dimensioni che conserva ancora oggi.

Il castello fu anche teatro delle due cosiddette guerre dei Baroni (1215–1217 e 1264 – 1267), guerre civili scatenate da baroni ribelli, nel primo caso contro Giovanni Senza Terra – fratello minore di Riccardo I Cuor di Leone, nel cui regno è ambientata la vicenda di Robin Hood -.

Fu proprio a seguito del conflitto dei Baroni, che Giovanni si vide costretto a firmare, il 15 giugno del 1215, la celeberrima Magna Charta (Libertatum), che diminuiva drasticamente il potere assoluto della Corona d’Inghilterra a loro vantaggio.

In particolare nella Seconda Guerra dei Baroni il castello riportò gravi danni, che furono riparati solo nel secolo successivo. La prima apertura al pubblico risale al 1870, circa 500 anni più tardi.

I fantasmi

Si dice che quello di Rochester, sia a uno dei numerosi castelli infestati dai fantasmi. Primo fra tutti quello dello scrittore Charles Dickens, che qui risiedette per un certo periodo, desiderando di essere sepolto nel suo cimitero, e trovò ispirazione per alcune sue opere come Il circolo Pickwick (1836), uno dei capolavori della letteratura britannica. Sembra che l’autore di romanzi ancora più famosi a livello internazionale come Oliver Twist (1837), Canto di Natale (Christmas Carol, 1843) e David Copperfield (prima edizione 1849 – 1850), dimori ancora in questo luogo come fantasma, che apparirebbe in uno dei fossati proprio alla Vigilia di Natale.

Inoltre ci sarebbe una delle tante “Dame Bianche”, che appartengono soprattutto alla tradizione germanica e abiterebbero anche diversi altri castelli.

[Gallery]

1 / 8
1 / 8
Il Castello di Richester
Mura del castello dall'interno
Corridoio del Castello di Rochester
"Castello di Rochester e Ponte" di William Turner
Guglielmo Il Conquistatore
Arazzo con Oddone di Bayeux in battaglia
Giovanni Senza Terra firma la Magna Charta
Charles Dickens

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche