Cibo afrodisiaco: realtà o finzione?

Guide

Cibo afrodisiaco: realtà o finzione?

“Ci sono alimenti che hanno una storia folcloristica così come una sorta di ragione scientifica per contribuire al loro status afrodisiaco”, dice Amy Reiley, autrice del nuovo libro di cucina impertinente, “Romancing the Stove: La guida integrale dei cibi afrodisiaci.” Abbiamo parlato con gli esperti per sapere quali alimenti sono utili e quali sono solo parte del folklore.

CAFFE’: Se vi si sta prospettando una lunga notte, saltate il decaffeinato e indulgete in un buon caffè espresso. “Forse è il profumo gradevolmente amaro che si diffonde attraverso l’aria, o la scossa di caffeina che il corpo riceve”, dice Martha Hopkins, autrice del libro di cucina afrodisiaca, amplessi. “O forse sono gli alcaloidi che aiutano a mantenere le prestazioni sessuali e di ritardare l’inevitabile per alcuni dolci, succulenti minuti.” Indipendentemente dal motivo, meglio quindi bere una tazza di caffè invece dell’ultimo bicchiere di vino.

ASPARAGI: Questi lunghi steli sono un eccellente afrodisiaco.

“Questi steli hanno ricevuto la loro nomea di cibo afrodisiaco nel 16° secolo, grazie a qualla conosciuta come la Legge di Somiglianze”, dice la Hopkins. “Questa teoria dice che se una cosa ne ricorda un’altra, migliorerà la prestazione di ciò che sembra”. Sebbene sia iniziata proprio come una teoria, ora sappiamo che l’asparago è ricco di potassio, fosforo, calcio e vitamina E. “Quindi offre energia in più, un tratto urinario ben funzionante e buoni reni, oltre ad una dose naturale della ‘vitamina del sesso’ necessaria per una maggiore produzione di ormoni “.

CIOCCOLATO: “Il cioccolato è il cliché afrodisiaco per eccellenza, perché funziona”, dice la Hopkins. “Infatti lavora su numerosi livelli. Numero uno, ha un buon sapore. Numero due, si scioglie sulla lingua.” Il burro di cacao, un ingrediente chiave nel cioccolato, è uno dei pochi grassi che si fondono con la nostra temperatura corporea. “Il cioccolato assottiglia anche il sangue, e quando il sangue è leggermente più sottile, può fluire meglio”, continua l’esperta, “pertanto anche le prestazioni migliorano”.

FRAGOLE: le fragole non sono afrodisiache, benché si creda il contrario.

Però possono fungere da placebo, se si è convinti che possano effettivamente migliorare le proprie prestazioni sessuali. Quindi non escludetela dalla vostra cena romantica, se pensate possano contribuire ad accendere l’atmosfera.

OSTRICHE: le ostriche non sembrano particolarmente romantiche a prima vista, ma che sono state a lungo corteggiate come uno dei principali afrodisiaci. Perché? “Essi sono a basso contenuto di grassi e ad alto contenuto di zuccheri e proteine ​​complesse”, spiega Reliey. “Ancora più importante, però, le ostriche sono ricche di zinco, un ingrediente chiave per la produzione di testosterone e per la prestazione sessuale per entrambi i sessi.” Quindi, non è solo folklore. Le ostriche realmente aiutano nella camera da letto.

ZENZERO: Lo zenzero può aiutare a lenire il vostro stomaco, curare le gambe gonfie, calmare l’emicrania e la fluidità del sangue. “L’ultimo di questi temi svolge il ruolo più importante con riguardo alle qualità afrodisiache dello zenzero, consentendo alla circolazione di fluire facilmente in tutte le parti del nostro sistema, con un sangue ricco di ossigeno”, spiega Hopkins.

«E tutti sappiamo cosa significa.”

MIELE: Sai perché le coppie vanno in “luna di miele” dopo il matrimonio? E’ iniziato tutto in Persia, in cui le giovani coppie bevevano dell’idromele al miele ogni giorno durante il loro primo mese di matrimonio. L’idromele è famoso per promuovere il desiderio sessuale, ed il mese di tradizione aveva lo scopo di aiutare le coppie di sposini ad entrare nel giusto “stato d’animo” per un matrimonio di successo. Cosa che i persiani non sapevano, però, è che il miele dona una serie di benefici fisici che aiutano ad avere più energia. Fisiologicamente, il miele fornisce al corpo una forma molto utile di zucchero che si converte facilmente in energia.

PEPERONCINO: Il peperoncino contiene la capsaicina, che è responsabile della piccantezza. Poiché la capsaicina provoca delle risposte fisiologiche simili a quelle che sperimentiamo mentre facciamo attività fisica -sudorazione, aumento della circolazione, aumento della frequenza cardiaca – la nostra mente può fraintendere questo come uno stato di eccitazione, ed il risultato è quello per cui il peperoncino è considerato un cibo afrodisiaco.

AVOCADO: Poiché l’albero di avocado produce frutti a coppie penzoloni, gli Aztechi lo chiamarono affettuosamente, “l’albero testicolo”. Anni dopo, le coppie ancora penzolano, il nome vive e l’avocado ha solidificato il suo posto nella classifica dei cibi più afrodisiaci a causa di questa somiglianza.

BANANA: Come gli avocado, anche le banane (ed i loro fiori) hanno una notevole somiglianza con una parte fondamentale dell’anatomia maschile.

Oltre alla forma fallica condivisa, le banane, grazie all’alto contenuto di potassio e di vitamine del gruppo B, offre un valido aiuto per la produzione di ormoni sessuali. Che cosa significa tutto questo? Che quando servirete al vostro amore un’ottima e romantica colazione a letto, vi converrà includere anche una bella banana.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Loading...