Come si assegnano i punti in Formula 1

Guide

Come si assegnano i punti in Formula 1

La Formula Uno è uno degli sport più seguiti da quasi sessant’anni. Nel corso della sua storia l’assegnazione dei punteggi è cambiata varie volte, e l’ultima modifica è stata applicata tre anni fa, per volere di Bernie Ecclestone, padrone assoluto del circo motoristico.

Vediamo quindi l’odierno sistema di assegnazione dei punti ai piloti.

Al primo classificato vanno 25 punti, al secondo 18, al terzo 15, al quarto 12, al quinto 10, al sesto 8, al settimo 6, all’ottavo 4, al nono 2 e al decimo 1.

Questo sistema viene usato dal 2010 ed è stato introdotto per rendere più avvincenti le gare dato che favorisce chi vince e non chi si piazza costantemente in buone posizioni (in precedenza il primo classificato acquisiva solo 10 punti).

In caso di interruzione della gara prima che siano stati percorsi il 75% dei giri (a causa di pioggia o incidente grave), viene assegnata la metà dei punti ai primi classificati nell’ultimo giro completato (quindi possono essere anche assegnati mezzi punti).

Quando un pilota si ritira ci sono due criteri di assegnazione: se il pilota non ha completato il 90% dei giri non ottiene punteggio, ma può essere classificato se ha percorso più del 90% della gara; in questo caso se davanti a lui ci sono pochi piloti che hanno concluso la gara può capitare che gli vengano assegnati comunque dei punti . Se ci sono meno piloti che hanno completato almeno il 90% dei giri di quanti siano le posizioni a punti, gli altri punti non vengono assegnati.

Il pilota che alla fine della stagione ha ottenuto il punteggio maggiore diventa Campione del Mondo.

Se due piloti hanno ottenuto il medesimo punteggio vincerà quello che ha ottenuto il maggior numero di vittorie nel corso del campionato. In caso di ulteriore parità si procede alla valutazione dei piazzamenti.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Loading...