Cos’è il dark web COMMENTA  

Cos’è il dark web COMMENTA  

Pochi conoscono davvero cos’è il dark web eppure costituisce il 96% del mondo del web, ecco di cosa si tratta realmente.

Pochi sanno cos’è il dark web, eppure ad oggi è considerato un mondo vastissimo della rete internet, oscuro per quanto si vuole ma che ad oggi costituisce il 96% del mondo del web, a dispetto del 4% che è quello che noi generalmente conosciamo e frequentiamo. Il web a noi noto è quello che traspare dalle informazioni indicizzate comunemente nei vari motori di ricerca come Yahoo, Google o Virgilio.

Poi c’è il web oscuro, quello noto solo a coloro che sanno accedervi. E non è detto che contenga solo materiale illegale, anzi. In esso è possibile trovare estratti contro bancari, documenti legali di ogni genere, cartelle cliniche, social media. Per entrare nel deep web del quale il Dark Web è una parte consistente non occorrono i browser di comune uso come Explorer o Google Chrome. Per accedere alla rete cosiddetta Tor occorre proprio installare il browser Tor.


Basterà cliccare sul sito www.torproject.org e seguire le istruzioni per effettuare correttamente il download. Questo è un primo step per sapere davvero cos’è il dark web. Chi lo vuole fare deve stare attento a proteggere l’anonimato. Per questo consigliamo di coprire la vostra webcam con uno scotch e soprattutto evitate di parlare, non si sa mai chi può ascoltare. Sul dark web è possibile comprare e vendere di tutto.


Può essere una straordinaria risorsa ma anche un arma a doppio taglio. Si può trovare in rete droga e armi (e noi consigliamo vivamente di non utilizzarlo mai per questo scopo) ma anche finti diplomi di laurea, pillole per dimagrire, materiale porno, tessere e accrediti stampa e altro materiale trash di varia entità.

C’è poi chi lo usa per fini terroristici, o addirittura per il riciclaggio di denaro sporco. Insomma si tratta di un modo oscuro del web da prendere con le molle e da frequentare poco.

L'articolo prosegue subito dopo

In esso sono contenuti i vizi peggiori dell’essere umano. Attività che di etico hanno ben poco. Curiosare non è di certo un reato, ma fate attenzione.

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*