Cos'è la ISS, Stazione Spaziale Internazionale?

Cos’è la ISS, Stazione Spaziale Internazionale?

Tecnologia

Cos’è la ISS, Stazione Spaziale Internazionale?

ISS
ISS

L'ISS ha rappresentato una vera e propria rivoluzione nello studio dell'orbita terrestre. Scopri il perché.

La Stazione Spaziale Internazionale (ISS) è un grande laboratorio che si trova a 400 Km dalla Terra, cioè in orbita terrestre bassa, e che si muove a circa 28.000 km all’ora. In un giorno completa circa 15,5 orbite.

Che cosa è l’ISS

L’ISS rappresenta una costruzione immensa all’interno dello spazio. Quest’opera ha rappresentato senza dubbio una delle più importanti effettuate dall’uomo fuori dal territorio del nostro pianeta. L’ISS è talmente immensa che è facilmente visibile ad occhio nudo dalla Terra. È stata ideata e costruita nel lontano 1998 mentre il completamento è prefissato per la fine del 2017. Questa stazione è abitata dal novembre 2002 da una serie di astronauti che nel corso degli anni si sono dati il cambio facendo dell’ISS la loro casa. Tutto questo è stato possibile solamente con l’aiuto delle principali agenzie spaziali del mondo, tra cui la NASA e l’ESA.

La sua utilità

Il compito principale della ISS è quello di essere un laboratorio per gli studi scientifici. Tutti i test che si sono effettuati nel corso degli anni sulla Stazione non sarebbero certamente stati ripetibili all’interno delle navette spaziali perché esse restano per poco tempo in orbita.

L’equipaggio è il principale controllore di tutti gli esperimenti. Inoltre, quando possibile, la stazione ne inizia di nuovi e comunica i risultati al centro di controllo sulla Terra.

La ISS si trova in un ambiente completamente diverso rispetto a quello della Terra e per questo motivo è utile per fare esperimenti sulle più svariate materie scientifiche. Ad esempio è molto utile per la meteorologia. Una volta ricevuti gli esperimenti il centro che si trova sulla Terra riporta alla stazione tutti i possibili errori fatti e le cose che sono migliorabili. La parte più importante degli studi è stata effettuata sull’organismo umano e il suo comportamento con la microgravità. Sono ricerche importanti per comprendere come sviluppare nuovi sistemi e tecnologie per le prossime esplorazioni nello spazio. All’interno della stazione è presente da circa tre anni un rilevatore che studia la fisica delle particelle. I risultati che garantirà aiuteranno a capire meglio i meccanismi che hanno portato alla formazione dell’Universo.

I proprietari

La ISS non ha un vero e proprio padrone.

Sostanzialmente è comandata da una serie di trattati firmati da alcuni Paesi europei che fanno parte dell’ESA con la NASA, l’agenzia spaziale russa e quella giapponese. Gli accordi prescrivono le modalità di accesso e il tempo che ogni Stato può dedicare per le proprie ricerche. La Russia è quella che ha utilizzato maggior tempo ma negli ultimi anni si è assistito a un grosso lavoro di cooperazione tra i vari Stati.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche