Come creare database access multiutente

Come creare database access multiutente

Tecnologia

Come creare database access multiutente

Come creare database access multiutente
Come creare database access multiutente

Esistono diversi tipi di database in access, come ad esempio quello relazionale. Andiamo a vedere come si crea il database multiutente

COS’E’ ACCESS – Un database di Access, presente su tutti i sistemi Microsoft con incluso Office, è costituito da un insieme di oggetti, ad esempio tabelle, query o maschere. Nelle tabelle sono memorizzati i dati. Tutti gli altri oggetti di database permettono di usare i dati che sono stati precedentemente memorizzati nelle tabelle. Per condividere un database è necessario quindi condividere le tabelle, poichè contengono i dati che possono servire ai diversi utenti. Quando si condividono le tabelle, bisogna assicurarsi che tutti gli utenti usino le stesse tabelle, quindi gli stessi dati.

Come detto, gli altri oggetti di database, (query, maschere, report ecc) non contengono dati, quindi non c’è bisogno che tutti utilizzino gli stessi. È infatti possibile che dall’utilizzo di diverse versioni di tali oggetti derivi un vantaggio. Le opzioni disponibili per condividere il database sono diverse, sarà importante scegliere la migliore in base all’utilizzo previsto.

METODI DI CONDIVISIONE – Database diviso: questa scelta è indicata se non si ha la possibilità di usare un sito di SharePoint oppure un prodotto server database.

Le tabelle vengono inserite in un file di Access e tutti gli altri oggetti saranno messi in un secondo file di Access, che sarà chiamato database front-end. Il database front-end contiene in particolar modo i collegamenti alle tabelle presenti nell’altro file. Ogni utente riceverà solo una copia dal database front-end, in questo modo vengono condivise solo le tabelle.

Cartella di rete: questa è l’opzione più semplice ma che ha come contro la minor disponibilità di funzioni aggiuntive. Il file di database è così memorizzato in un’unità di rete condivisa e tutti gli utenti lo usano nello stesso momento. Se più utenti modificano i dati nello stesso momento, il contenuto del database e la sua affidabilità possono diventare un problema. Tutti gli oggetti di database sono condivisi.

Sito di SharePoint: la scelta ideale se il vostro server dispone di Windows SharePoint Services. La presenza di molti punti di integrazione con SharePoint rende l’accesso al database più conveniente.

In questa modalità possiamo condividere il database in due modi, pubblicandolo o collegandoci a elenchi SharePoint.

Pubblicando un database abbiamo le numerose caratteristiche degli elenchi SharePoint: aprire maschere e report dal menu Visualizza di SharePoint. Poiché il file di database è memorizzato nel sito di SharePoint, in questo caso tutti gli oggetti di database sono condivisi.

Collegandosi agli elenchi SharePoint, sono condivisi i dati, ma non gli oggetti del database. Ogni utente riceve una propria copia del database.

Server database: questo metodo è simile alla suddivisione di un database: le tabelle sono memorizzate in rete e ogni utente può avere una copia locale di un file del database di Access, con tutti i collegamenti a tabelle, query, maschere, report e altri oggetti di database. Questa è la scelta migliore se si dispone di un server database. I server database sono la scelta migliore per la condivisione di dati tra molti utenti. I benefici ottenuti sono legati al prodotto server database in uso, ma generalmente includono account utente e accesso selettivo ai dati, massima disponibilità dei dati e di tutti gli strumenti integrati per la gestione dei dati.

Con questo metodo vengono condivise solo le tabelle.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Modestino Picariello 758 Articoli
Giornalista e insegnante, amo poter raccontare la realtà in maniera chiara e semplice. Il più grande potere è nella conoscenza
Contact: Google+