Droga dalla Spagna a Napoli, 18 arresti. Operazione Cc in inchiesta Dda. Anche latitante da tre anni COMMENTA  

Droga dalla Spagna a Napoli, 18 arresti. Operazione Cc in inchiesta Dda. Anche latitante da tre anni COMMENTA  

Droga dalla Spagna a Napoli, 18 arresti. Operazione Cc in inchiesta Dda. Anche latitante da tre anni
Droga dalla Spagna a Napoli, 18 arresti. Operazione Cc in inchiesta Dda. Anche latitante da tre anni

Droga dalla Spagna a Napoli, 18 arresti. Operazione Cc in inchiesta Dda. Anche latitante da tre anni. Duro colpo al narcotraffico, 18 arresti tra i Nettuno-Polverino.


Droga direttamente dalla Spagna, che veniva smerciata al Vomero, nell’area nord di Napoli e ad Ischia durante i mesi estivi. Il blitz dei Carabinieri della Compagnia Vomero del 13 Maggio 2016, ha portato all’arresto di 18 persone ritenute responsabili di promozione e partecipazione a ben 2 associazioni finalizzate al traffico e allo spaccio di stupefacenti, ha scoperchiato la rete del narcotraffico organizzata dai due clan.


Nel corso delle indagini coordinate dalla Direzione Distrettuale Antimafia di Napoli, i militari dell’Arma hanno accertato che la prima associazione, riconducile alla famiglia “Nettuno” attiva a Marano e contigua al clan “Polverino”, era dedita allo spaccio di ingenti quantitativi di stupefacenti acquistati in Spagna grazie alla mediazione di un latitante rifugiato nella penisola iberica e tratto in arresto dopo oltre 3 anni di latitanza.


La seconda associazione, attiva al Vomero – Arenella e sull’isola di Ischia, era dedita allo spaccio di stupefacenti che nei mesi invernali venivano spacciati al Vomero mentre nei mesi estivi nelle aree di villeggiatura sull’isola verde.

L'articolo prosegue subito dopo


Tra gli arrestati ci sono due personaggi di rilievo, considerati i capi dei rispettivi gruppi: Castrese Nettuno e Giuseppe Formigli detto “Peppe o’ nano”. Il primo è il padre di Vincenzo, latitante per tre anni in Spagna, da dove partivano le sostanzea stupefacenti, finito in manette a Novembre scorso, il secondo è il figlio di Gennaro, ras storico della mala collinare negli anni in cui dominava il clan Alfano.

 

 

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*