Ecco i mestieri che non conoscono crisi COMMENTA  

Ecco i mestieri che non conoscono crisi COMMENTA  

parrucchiere-mestieri-300x225

Anche se il numero dei disoccupati aumenta a vista d’occhio, esistono comunque alcune professioni che non hanno risentito della crisi, anzi, sono sempre tra le più richieste in termini di occupazione. L’Ufficio studi della Cgia di Mestre ha raccolto alcuni dati a partire dal 2008 fino al 2013, ricavandone una graduatoria. Da una parte ci sono i mestieri “top” che sono: estetisti, badanti, colf e parrucchieri. A questi nella classifica seguono i camerieri, con un notevole incremento di occupazione (circa il 31,5%), i magazzinieri e i pony express.


Fuori dal podio ma comunque sempre parecchio ricercati i ristoratori, i baristi e i cuochi, che hanno registrato un incremento di occupati pari a circa il 14%. Tra i mestieri “down” che invece hanno risentito della crisi economica che stiamo subendo ci sono i ragionieri. Nella classifica della Cgia ci sono anche muratori, ponteggiatori e carpentieri. Ma va male anche per artigiani e operai. Altrettanto difficili i settori della Polizia, vigili del fuoco e vigili urbani: negli ultimi anni il pubblico impiego ha subito numerosi tagli che hanno avuto conseguenze sull’assunzione di nuovo personale.


 

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*