Egitto precipita nel caos, si contano 525 morti COMMENTA  

Egitto precipita nel caos, si contano 525 morti COMMENTA  

I durissimi scontri di ieri tra esercito e manifestanti pro-Morsi hanno provocato una carneficina. Il bilancio ufficiale parla di 525 morti e più di 3700 feriti. E’ stato dichiarato lo stato di emergenza. Secondo i Fratelli Musulmani le vittime sono molte di più, e cioè oltre 4500. Dopo le sgombero del sit-in pro Morsi nelle varie piazze in cui si erano appostati i manifestanti, si moltiplicano le iniziative in tutto il Paese.


La Fratellanza ha infatti annunciato nuove marce di protesta contro la violenza. Intanto, per precauzione, è stato chiuso il passaggio di collegamento tra l’Egitto e la striscia di Gaza. Germani,a Francia, Italia e Gran Bretagna hanno convocato ambasciatori.


Si mobilita anche la comunità internazionale per invocare la fine del massacro. Il premier turco Erdogan ha dichiarato: “Coloro che restano in silenzio di fronte a tale massacro sono colpevoli tanto quanto chi lo ha compiuto.

Il Consiglio di sicurezza dell’Onu deve riunirsi rapidamente”.

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*