Europa sotto attacco: esplosione in altre due metropolitane di Bruxelles

Bruxelles

Un nuovo attentato, dopo quello di stamattina all’aeroporto di Bruxelles, Zavantem, ha causato nuove vittime e nuovi ingenti danni alla metro della capitale belga. La tv belga ha provato a stimare un primo bilancio delle vittime totali che sarebbero circa 23. In questo momento le massime autorità del governo belga hanno deciso il blocco totale dei trasporti, in un momento in cui Bruxelles è sotto il fuoco di fila di massicci attentati terroristici che hanno preso di mira i trasporti.

Leggi anche: Gas: Russia e Ucraina trovano l’accordo per le forniture del prossimo inverno


La metropolitana di Maalbaeck oggetto dell’attentato si trova a pochi passi dalla sede della Commissione Europea. Al momento è stato predisposto un piano di emergenza per deviare i voli su Charleroi, mentre i collegamenti ferroviari da e per l’aeroporto sono stati sospesi. E’ stato subito convocato il consiglio di sicurezza ed alzato al massimo livello l’allerta terrorismo in tutto il paese. Intanto sui social network vengono diffuse ancora le immagini in diretta che documentano quanto sta avvenendo sui luoghi sconvolti dai due attentati terroristici.

Leggi anche: I labirinti nel mais, la nuova moda spopola negli Usa


C’è la presenza di abbondante fumo sulla strada mentre la gente cerca riparo ovunque, scossa dalle deflagrazioni e dalle notizie provenienti dai media che evidenziano come Bruxelles sia piegata in due dalle decine di morti e dalle devastazioni delle esplosioni in pieno giorno.

Leggi anche: Si ammala di influenza in Germania, muore giovane italiano

Si hanno anche notizie di un ulteriore esplosione che avrebbe riguardato la metropolitana di Schumann, molto vicina a quella di Maelbeek. In questo momento la città belga è blindatissima, con l’esercito in strada e il traffico completamente paralizzato.

Leggi anche

foto-hard-sul-web
Cronaca

Ragazzo di Pordenone trova le sue foto hard online

Un ragazzo di Pordenone sta lottando affinchè vengano eliminate dal web alcune fotografie intime e private e che sono state diffuse su molti siti porno senza il suo consenso Dopo il suicidio di Tiziana Cantone, la ragazza che si è tolta la vita a causa di un video hard, molte persone vittima di un simile bullismo hanno trovato il coraggio di affrontare questo argomento. E' il caso di un ragazzo di Pordenone, che è stato derubato di alcune fotografie personali che ha visto in seguito diffuse sul web. Il ragazzo ha raccontato di essersi scattato delle foto intime ma che [...]

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*