Fac-simile-lettera-di-diffida-per-diffamazione-a-mezzo-stampa

Fac simile lettera di diffida per diffamazione a mezzo stampa

Guide

Fac simile lettera di diffida per diffamazione a mezzo stampa

Fac simile lettera di diffida per diffamazione a mezzo stampa
Fac simile lettera di diffida per diffamazione a mezzo stampa

Al giorno d’oggi è sempre più comune assistere a diffamazione tramite mezzo stampa. Ecco un fac-simile da seguire per effettuare una diffida.

L’etica giornalistica enunciata ed evidenziata nell’art. 595 c.p. dispone quanto di seguito, brevemente, riportiamo.

Chiunque offende l’altrui reputazione è punito con la reclusione o con la multa.
Se l’offesa è recata col mezzo della
stampa o con qualsiasi altro mezzo di pubblicità, ovvero in atto pubblico, la pena è della reclusione da sei mesi a tre anni o della multa non inferiore ad euro 516.
Se l’offesa è recata a un Corpo politico, amministrativo o giudiziario, o ad una sua rappresentanza, o ad una Autorità costituita in collegio, le pene sono aumentate
”.

È, altresì, di rilevante importanza per i mezzi di stampa rispettare codesta normativa, in quanto, come chiarito anche dalla Corte EDU: “Il diritto del giornalista alla libertà d’espressione è tutelato a condizione che egli fornisca in buona fede, sulla base di fatti correttamente riportati e fornisca informazione affidabili e precise nel rispetto dell’etica giornalistica”.

Nel momento in cui, quanto dianzi menzionato, non viene rispettato, subentra, per il diffamato, la condizione di querelare la persona fisica che ha violato l’articolo del codice penale.

A tal proposito, riportiamo testualmente un fac-simile di querela a mezzo stampa.

“ALLA PROCURA DELLA REPUBBLICA PRESSO IL TRIBUNALE DI …”

Oppure

ALLA SEZIONE DI POLIZIA GIUDIZIARIA PRESSO IL TRIBUNALE DI…“

Io sottoscritto…, nato a ….., il …/…/…, residente in ……. (…) Via/Piazza …………., n.

….., (eventualmente in aggiunta: presso lo studio dell’Avv. …, del Foro di …, mio legale di fiducia) desidero sporgere formale querela nei confronti del Sig. …, nato a ….., il …/…/…, residente in ……. (…) Via/Piazza….., responsabile nei miei confronti del reato di diffamazione previsto e punito dall’art. 595 c.p.

PREMESSO CHE

(Segue dettagliata esposizione dei fatti, attraverso l’indicazione del luogo e del tempo del fatto, delle persone presenti, delle parole pronunciate o del contenuto dell’atto diffamatorio, delle modalità di comunicazione ed ogni altro elemento rilevante)

DOMANDO

che l’Ill.mo Procuratore della Repubblica presso il Tribunale di …, esaminati i fatti sopra descritti, voglia procedere penalmente nei confronti del Sig. … per il reato previsto dall’art. 595 c.p. e per tutte le altre fattispecie di reato ravvisabili nei fatti rappresentati.


A supportare quanto da me descritto

(segue l’indicazione degli elementi probatori che si allegano a sostegno della propria richiesta: indicazione dei testimoni, presentazione di atti o documenti, ecc..)

Con espressa riserva di costituirsi parte civile nell’eventuale procedimento penale e con richiesta di punizione del responsabile dei fatti denunciati.

Ai sensi e per gli effetti dell’art.

408 c.p.p., si chiede di essere avvisati in caso di eventuale archiviazione del relativo procedimento.


Luogo, data e firma del querelante

Eleonora Boccuni

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*