Festival di Berlino: Orso d’Oro alla Romania COMMENTA  

Festival di Berlino: Orso d’Oro alla Romania COMMENTA  

Si è concluso il Festival di Berlino.

La giuria,  presieduta dal  cinese Wong Kar-Wai, ha premiato con  l’Orso d’Oro il film rumeno “Child’s Pose” diretto dal promettente trentasettenne Calin Peter Netzer, uno dei favoriti della vigilia.


La pellicola racconta il complicato rapporto tra una madre e un figlio dell’alta borghesia di Bucarest, che ha investito ed ucciso un ragazzo dei quartieri più poveri della città:  un racconto familiare  che descrive contemporaneamente un’intera società senza etica che vive di corruzione e malcostume.


 Miglior regista l’americano David Gordon Green (“Prince Avalanche”), mentre migliori interpreti la cilena Paulina Garcìa per “Gloria” di Sebastiàn Lelio e il rumeno Natif Mujic per il bosniaco “An Episode in the Life of an Iron Picker” di Denis Tanovic, insignito a sua volta del Gran Premio della Giuria.

Orso d’argento per la sceneggiatura all’iraniano dissidente Jafar Panahi (“Closed Curtain”), che non ha potuto partecipare perchè condannato in patria a sei anni di reclusione.


Le produzioni nostrane hanno  riscosso un ottimo successo di pubblico e critica, in particolare l’ultima fatica di Giuseppe Tornatore “La migliore offerta”.

 

Leggi anche

Fast & Furious 9
Cinema

Fast & Furious 9: anticipazioni sul film

La fortunata saga di Fast & Furious, incentrata sul mondo delle corse, si sta preparando all’uscita del capitolo numero 9. Il franchise che ha come icone quelle di Vin Diesel e di The Rock, oltre ad alcune delle auto più belle che possiamo vedere al cinema, sta rilasciando di volta in colta piccoli pezzi di anticipazioni Leggi tutto

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*