Come formattare una SSD nuova senza tecnico
Come formattare una SSD nuova senza tecnico
Tecnologia

Come formattare una SSD nuova senza tecnico

SSD

Alcune piccole regole per provvedere alla formattazione di un'unità SSD senza ricorrere all'ausilio di un tecnico specializzato.

Perché formattare una SSD nuova

Torniamo a parlare di SSD, o unità di memoria a stato solido. Non più per occuparci di cosa sono e a cosa servono, né per definire quali scegliere per qualità e convenienza. Questa volta ci occupiamo di una problematica di natura specificamente tecnica, vale a dire la formattazione di questo dispositivo (e la sua eventuale nuova partizione). Ma perché bisognerebbe provvedere a formattare una SSD, perdipiù nuova? Principalmente, per rendere il dispositivo più flessibile e metterlo in grado di accettare diversi sistemi operativi.

Come procedere

Per formattare una SSD, la prima cosa da fare è creare comunque un backup, per sicurezza. Quindi bisogna spegnere il computer, collegare il dispositivo SSD e riavviare. A questo punto, è necessario entrare nel BIOS del computer, oppure – a seconda delle versioni di Windows – aprire il menu Start: da qui, digitare (o cercare) compmgmt.msc; si aprirà la pagina di gestione del computer.

Cliccare su “Gestione disco”. Si aprirà una nuova finestra, dalla quale sarà possibile effettuare partizioni oppure formattare le varie unità, compresa quella della SSD collegata: per procedere, fare click destro sull’icona dell’unità su cui si desidera agire, e selezionare “Formatta”.

Termine della procedura

Al di là delle funzioni aggiuntive (come ad esempio, aumentare il volume delle partizioni, attribuire all’unità una lettera specifica e impostare alcuni parametri di sicurezza), per confermare la formattazione, sarà sufficiente premere su “OK” nel momento in cui verrà chiesta conferma dell’azione. Si tratta di un’azione definitiva e irreversibile: per questo motivo il sistema prevede tante precauzioni; e sempre per questo motivo si consiglia il backup dell’intero sistema, o quantomeno dell’unità SSD che ci si accinge a formattare.

Senza l’ausilio del tecnico

Di solito, per operazioni così delicate, è consigliabile ricorrere all’aiuto di un tecnico informatico, o comunque di una persona pratica di tali operazioni.

Ma se si seguono queste – tutto sommato semplici – regole, si può procedere alla formattazione di un’unità SSD anche in prima persona, e senza rischi.

Se state dunque prendendo in considerazione l’idea di comprare una nuova SSD o di sostituirne una vecchia, non possiamo che consigliarvi le più vendute sul mercato. Il primo modello che vi proponiamo è prodotto dalla SanDisk, multinazionale americana specializzata nella produzione delle memorie flash. Presente sul web ad un prezzo davvero conveniente, per uno spazio da 240 GB!

Il modello seguente invece è prodotto dalla Samsung e si tratta della 850 EVO. Per il modello da 250 GB inoltre potrete spendere meno di 100€. Si parla in questo caso, del modello più venduto sul canale online se si prende in considerazione la piattaforma più diffusa nel mondo, Amazon!

Infine, l’ultima SSD, è il modello Crucial MX300 da 275 GB, brand della multinazionale americana Micron Technology. Per quanto riguarda il prezzo, non ci discostiamo dai prodotti precedentemente elencati.

Qui entrano in gioco le preferenze di spazio a disposizione e l’attaccamento ad un determinato brand piuttosto che un altro.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche