Freak Show: l'uomo con tre gambe e due apparati genitali
Freak Show: l’uomo con tre gambe e due apparati genitali
Curiosità

Freak Show: l’uomo con tre gambe e due apparati genitali

freak show
Frank Lentini

I freak show sono i famosi fenomeni da baraccone e cioè spettacoli a pagamento nei quali vengono presentati persone di aspetto inconsueto

Vedremo, ora, di parlare dei freak show e delle poco fortunate persone che nel passato erano costrette a lavorarci. E tutto questo per non perire di stenti. I freak show sono dei fenomeni da baraccone nei quali vengono esibiti animali e persone con rare malformazioni fisiche. Questi fenomeni da baraccone andarono avanti a partire dal XVI secolo (nella maggior parte dei casi in Gran Bretagna sino alla metà del 1800) al 1940 circa. Quando i freak show vennero vietati in Europa si spostarono negli USA.
Nel mondo tanti sono i luoghi da vedere e visitare.

Alcune considerazioni sui freak show

È bene ricordare che le persone costrette a partecipare a questi spettacoli erano della gente da fame. Tali individui avevano solamente quello come alternativa alla morte. Infatti, quasi tutte queste persone vissero in misere condizioni e morirono in povertà e nell’indifferenza più completa.
Uno di loro (di nome Frank Lentini) decise di intraprendere quella strada ed ebbe un successo grandioso.

E di colpo divenne il simbolo della lotta contro l’indifferenza contro queste persone. Frank Lentini divenne noto come l’uomo con tre gambe.
freak show

La biografia di Frak Lentini

Frank (che in realtà si chiamava Francesco) nacque il 18 maggio 1889 a Rosolini (paese situato in provincia di Siracusa). I suoi genitori, Natale Lentini e Giovanna Falco, erano due semplici braccianti. La coppia, però, non era al primo figlio, ma al tredicesimo vivo, più numerose gravidanze interrotte.
Un giorno nacque un bambino unico, un piccolo molto diverso dagli altri che chiunque lo osservò ne rimase scioccato.
La levatrice che lo fece nascere all’improvviso scappò dall’abitazione urlando. In tale modo richiamò l’attenzione delle altre donne del quartiere. Sparse la voce che era nato un bambino alquanto strano e da quel momento per il piccolo Francesco iniziò un’infanzia terribile.
Il neonato era perfettamente normale dalla vita in su, ma aveva quattro piedi, tre gambe, sedici dita e due apparati genitali.
freak show

Le reazioni delle persone che videro l’uomo con tre gambe

La madre, quando venne a conoscenza delle sue malformazioni, non lo volle nemmeno vedere e il padre, avendo paura delle critiche della gente, decise di affidarlo prima alla nonna Peppina Casto e successivamente alla zia Giacoma.
La donna maturò l’idea di crescerlo dimostrando ai genitori e ai tanti curiosi che volevano vederlo che il piccolo era del tutto normale sotto il profilo psicologico.

E che anche per quello che riguardava il fisico poteva adattarsi e le sue malformazioni non costituivano un ostacolo insormontabile.
Quando il piccolo ebbe 5 anni la terza gamba era rimasta leggermente più piccola delle altre. E non toccava più per terra, ma il piccolo Francesco imparò a dormire e a sedersi in modo tale da non schiacciare l’arto e a farne uso da sostegno.
freak show

La vita di Frank Lentini

Il bambino divenne poco alla volta oggetto di interesse da parte della comunità. Quest’ultima inizio a soprannominarlo “’U maravigghiusu”, e questo non tanto più per orrore, ma per la meraviglia. Quando Francesco ebbe 11 anni gli venne accennato degli Stati Uniti e gli venne detto che in quella nazione le persone speciali potevano fare del loro male una virtù. In quell’anno (e precisamente: nel 1898) maturò l’idea di imbarcarsi per l’America. Tutto questo con un certo Magnano che gli prospettò fortuna e notorietà.
Francesco nel nuovo continente divenne Frank e solo dopo pochi mesi venne ingaggiato dal celebre circo Ringling Bro.

e Barnum & Bailey di New York. I suoi spettacoli attirarono anche 40 mila spettatori e lavorò con quella compagnia per quasi 35 anni.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche