Hamid, 13 anni, sognava di giocare nel Real Madrid: Israele lo ha ucciso

Esteri

Hamid, 13 anni, sognava di giocare nel Real Madrid: Israele lo ha ucciso

Hamid Younis Abu Daqqa aveva 13 e un sogno comune a tanti ragazzi di quell’età: diventare un calciatore. Quando Hamid usciva per giocare a pallone con i suoi amici, indossava sempre una maglietta del Real Madrid. Lui voleva diventare come il suo idolo, Cristiano Ronaldo. Hamid è morto indossando quella meglietta. É stato ucciso nel corso di uno dei raid Israeliani mentre, spensierato, rincorreva un pallone. Hamid non voleva diventare un terrorista, voleva giocare a calcio. Era un suo diritto. Un diritto che Israele gli ha negato nel modo più barbaro, vile , possibile. Israele ha deciso che Hamid non avesse diritto a rincorrere i suoi sogni. Hamid, per chi scrive, sei un campione.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche