Il ritorno del Grunge style

Moda

Il ritorno del Grunge style

Maglioni a righe, tartan, abiti baby e pantaloni con le toppe impazzano sulle passerelle. Le celebrities optano per il look dimesso, è il ritorno del “Grunge” che è, o almeno dovrebbe essere, l’esatto opposto di ciò che rappresenta la moda.

Nato a Seattle nella seconda metà degli anni Ottanta, come evoluzione melodica di punk e hard rock, il nome “grunge” deriva da “grungy”, termine che significa sciatto, sporco.

Il look grunge aveva ed ha un non so che di casuale e trasandato: camicioni in flanella, jeans con le toppe, grossi pull strappati, abitini vintage, insomma il classico look alternativo di chi ha pochi soldi e tanta rabbia.

Lo stile torna in passerella, e la tendenza in voga è sfoggiata da star e modelle durante il tempo libero. Come disse Diana Vreeland, “l’eleganza è rifiuto”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche