Indonesiani sospettati di bracconaggio di animali rari

Ambiente

Indonesiani sospettati di bracconaggio di animali rari

Quattro nazionali cinesi sono stati arrestati in Indonesia per aver provato a contrabbandare becchi di bucero e pangolini per essere usati nella medicina tradizionale.

Il ministro della Foresteria ufficiale Novianto Bambang dice che gli uomini sono stati arrestati venerdì con circa 248 becchi di bucero e 189 pelli di pangolin nel loro bagaglio all’aeroporto di Giacarta, il Soekarno – Hatta. Entrambi gli animali sono classificati come pericolosi.

Ha detto che i quattro fanno parte di un sindacato di traffico internaizonale e li hanno comprati dia bracconieri locali nell’isola del Borneo Indonesiano.

La domanda per avere animali pericolosi nella medicina tradizionale cinese e usarli nel bracconaggio è famosa in paesi quali Asia e Africa.

L’Indonesia è la casa di 14 tra 57 specie di buceri, che sono sulla scia dell’estinzione a causa della deforestazione e del bracconaggio.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche