Jolly Blu: il film cult degli 883

Jolly Blu: il film cult degli 883

Jolly Blu: il film cult degli 883

Jolly Blu è un film del 1998 realizzato dagli 883, il famoso gruppo italiano pop rock.

Il film che ripercorre l’esordio musicale di Max Pezzali e degli 883, ma la storia del gruppo è ben diversa da quella presentata nel film.

Le generalità’:
Anno: 1998
Durata: 90 minuti
Regia: Stefano Salvati
Produttore: Claudio Cecchetto
Distribuzione (Italia): Medusa Distribuzione
(Fotografia: Franco Balboni
Scenografia: Alga Geminiani.)

Il Cast:
Max Pezzali: se stesso
Dario Cassini: Alex
Natalia Estrada: se stessa
Kimberly Greene: Kim
Nicole Grimaudo: Aspirante cantante
Jovanotti: Il Presidente
Saturnino: Talent scout
Maurizio Rapotec: Il losco
Sabrina Salerno: Annabella

La trama:
Film che ripercorre l’esordio musicale di Max Pezzali e degli 883, anche se la storia reale del gruppo è diversa da quella che è presentata nel film.
Il nome “Jolly Blu” è preso dal tipico bar del paese dove Max e i suoi amici si ritrovano abitualmente ogni giorno. Baldo, il proprietario e barista del locale è pieno di debiti e sembra che sia costretto a chiudere l’attività.

Max e i suoi amici decidono allora di organizzare una festa per tirare su un po’ di denaro per aiutare Baldo. Max canta alla festa e viene notato da Saturnino, un agente discografico che gli organizza poi un provino davanti al presidente (che nel film è Jovanotti) della casa discografica. Il presidente rimane colpito da questa nuova promessa della musica italiana e così Max incide il suo primo album, intitolato Jolly Blu.

La storia:
Il film uscì il 6 novembre 1998 in sole 15 sale italiane.
Non fu così per la critica, che bocciò il film, bollandolo come l’estremo tentativo di sfruttare il successo, arrivato ormai all’apice, del cantante di Pavia. Gran parte dei ruoli sono stati interpretati da membri della band 883 e da giovani esordienti ed il livello di recitazione risultò piuttosto basso.
Il film venne considerato un vero flop e vinse anche svariati Fiaschi d’oro di quell’anno.
Per contro, la prima tv su Italia 1 fece quasi 4 milioni e il 15% di share.

Le curiosità sul film:
Jolly Blu è anche il titolo di una tra le primissime canzoni degli 883, contenuta nell’album Hanno ucciso l’Uomo Ragno, nella quale Max e Mauro ricordavano allegramente la loro giovinezza.
Nella canzone, Jolly Blu è il nome di una sala giochi di Pavia realmente esistita e molto in voga negli anni ’80.

Nel film, a parte molte canzoni degli 883 (“Sei un mito”, “La regola dell’amico”, “La dura legge del gol”, “Come mai”, “Tieni il tempo”, “Jolly Blu”, “Un giorno così”, “Una canzone d’amore”, “Rotta per casa di Dio”, “Innamorare tanto”, “Non ti passa più”, “Se tornerai”, “Nella Notte”) intere e non, c’è anche un’altra, non degli 883, ma di un amico molto caro a Max: infatti, quando Max fa il provino e il Presidente, ovvero il grandissimo Lorenzo Jovanotti dice a Max che gli avrebbe inciso il disco, Saturnino canta un piccolissimo spezzone della canzone “Ragazzo fortunato” dello stesso Jovanotti.

Nel ruolo di Beatrice che andò ad Alessia Merz, fu effettuato un provino ad Angelina Jolie, scartata perché “troppo sensuale”.

I fortunati che hanno comprato la VHS in quel periodo hanno adesso un ricordo indelebile e possono comodamente rivederlo quando vogliono.

Ma i meno fortunati lo cercano in streaming nel Web, trovando sono un film con qualità audio e video scadente. Poi ci sono i “Nuovi fan”: i ragazzi nati dopo il 1998 che non hanno mai visto il film o che addirittura non lo conoscono…

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Loading...
Chiara Cichero 1241 Articoli
Mamma, laureata, scrittrice incallita, ambientalista da una vita, esperta in Pnl, in comunicazione di massa e nel benessere emotivo. Maremmana per amore di questa terra tanto rigogliosa, fiorentina di nascita e di formazione. Blogger e redattrice on line, attualmente studentessa in Seo Web Marketing Specialist.