Kelvin dimesso dall’ospedale torna a casa dopo il tragico incidente

Torino

Kelvin dimesso dall’ospedale torna a casa dopo il tragico incidente

Kelvin

Finalmente una buona notizia: dopo dieci giorni passati in ospedale, il piccolo Kelvin, uno dei feriti dell'incidente di Piazza San Carlo, è stato dimesso

Finalmente una bella notizia dopo dopo il tragico evento capitato a Torino, in Piazza San Carlo, lo scorso sabato 3 giugno. Il piccolo Kelvin, uno dei feriti, è stato dimesso dall’ospedale ed è quindi tornato a casa.

Incidente Piazza San Carlo: il piccolo Kelvin torna a casa

Quella del piccolo Kelvin è stata una storia che ha commosso e preoccupato tutti. Ma ora è tempo di tranquillità e di festeggiare lo scampato pericolo. Il bimbo, infatti, è stato uno dei feriti dopo il tragico incidente avvenuto a Piazza San Carlo a Torino nella notte del 3 giugno. Kelvin, 7 anni, fu infatti travolto dalla ressa di persone presenti in piazza per assistere alla finale di Champions League tra Juventus e Real Madrid, messe in agitazione da un allarme bomba, che poi si è rivelato falso. La paura di un possibile attacco terroristico ha sconvolto tutta la gente presente, che si è accalcata nel tentativo di fuggire, provocando in questo modo un gran numero di feriti.

Tra cui anche Kelvin.

Ma adesso la paura è passata. Dopo dieci giorni passati all’ospedale Regina Margherita di Torino, il bambino è stato dimesso. Per due giorni il piccolo è rimasto anche in coma per un grave trauma toracico, salvo poi essere successivamente trasferito dalla rianimazione al reparto di degenza di Chirurgia. E adesso ha potuto far ritorno a casa a Moncalieri, un comune alle porte di Torino.

Le prime parole Kelvin appena tornato a casa: “All’ospedale mi annoiavo, ma non dimenticherò la telefonata di Dybala”

Con il disincanto classica dei bambini, nonostante il terribile momento passato, Kelvin comunque sembra essere di buon umore: “Sto aggiustando la televisione con il papà. Devo stare per un po’ a casa, così posso vedere i film che mi piacciono”, ha detto il piccolo appena ha fatto ritorno nella sua abitazione.

Che poi ha aggiunto: “Sono contento di essere di nuovo a casa, all’ospedale mi annoiavo un po’. Però una cosa che non dimenticherò mai è la telefonata di Dybala. Il campione argentino, idolo di Kelvin, infatti nella giornata di ieri chiamato in prima persona il piccolo augurandogli una immediata guarigione.

Nel frattempo proseguono le indagini per cercare di ricostruire con certezza quello che è avvenuto in quella terribile notte.

Nella giornata di ieri infatti è stata effettuata la prima riunione della Commissione comunale d’indagine su quanto successo in piazza San Carlo lo scorso 3 giugno.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche